Sanità, project financing a Nuoro: stop all'Ats, per ora lavoratori in salvo

Il Consiglio di stato ha sospeso le iniziative dell'Azienda unica e ha rinviato ogni valutazione al tribunale civile

NUORO. Il Consiglio di Stato sospende ogni iniziativa dell'Ats, di gare e affidamenti a terze aziende al di fuori del Polo Sanitario Sardegna centrale (Pssc) che gestisce i servizi del Project Financing per conto della Assl di Nuoro, e rimanda ogni valutazione nel merito al tribunale civile di Nuoro, dove è già in corso un processo che vede contrapposte le due parti: l'Ats e il Pssc. È questa la decisione del supremo organo amministrativo, dopo il ricorso contro la decisione del Tar dell'Aep Multiservizi - società di minoranza del Pssc - che gestisce i servizi di portierato del Cup e dell'ausiliarato.

La società era stata estromessa dal servizio, dopo una delibera dell'allora direttore generale dell'Ats Fulvio Moirano, secondo la quale la gestione degli stessi servizi degli ospedali di Nuoro che ha in seno 56 dipendenti, sarebbe dovuta passare l'1 agosto scorso alla società Vigilanza La Nuorese, vincitrice dell'appalto integrato. Tutto bloccato dopo il ricorso del Polo Sanitario. «Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale - è scritto nell'ordinanza - accoglie l'appello, e per l' effetto, in riforma dell'ordinanza impugnata, accoglie l'istanza cautelare in primo grado fino alla definizione della causa nel merito in primo grado».

Tirano dunque

un sospiro di sollievo i lavoratori del portierato che questa estate avevano ricevuto la lettera di licenziamento dall'Aep Multiservizi. Lavoratori su cui pesava l'incertezza di essere assunti nella nuova società, motivo per cui c'è stata la levata di scudi dei sindacati. (Ansa)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community