Giovani studenti europei alla scoperta della Gallura

Ha fatto tappa a Telti il viaggio organizzato nel progetto «Youth in action» che vede coinvolti 32 ragazzi provenienti da Spagna, Slovenia e Ungheria

TELTI. Un viaggio nel cuore della Gallura, in uno scambio interculturale che ha come denominatore comune l'ambiente. Ha fatto tappa ieri a Telti il progetto di scambio giovanile internazionale "CounTreeSide", promosso e organizzato dall'associazione "Mine vaganti european youth group" - che ha base operativa in Gallura - nell'ambito del programma comunitario "Gioventù in azione", programma che promuove l'educazione non formale e i progetti europei di mobilità giovanile. Lo scambio ha come protagonisti 32 giovani, dai 18 ai 30 anni, provenienti da tre organizzazioni non governative della Spagna, Ungheria e Slovenia, ospitati in terra gallurese dal 23 al 30 aprile, attraverso il patrocinio della Regione e dei comuni di Olbia, Sant'Antonio di Gallura, Tempio e Telti, appunto.

Nella visita teltese, la delegazione straniera ha assistito alla preparazione del formaggio filante, “lu casgiu spiatatu” e della ricotta “lu brocciu”, poi, i soci della Pro loco e alcuni volontari hanno fatto una dimostrazione della preparazione del pane, degli gnocchi e della mazza frissa, altro piatto tradizionale, il tutto spiegato e tradotto dagli organizzatori del progetto: il presidente dell'associazione Roberto Solinas, il direttore del progetto CounTreeSide Sesto Santoli e l’addetta alle pubbliche relazioni Maria Grazia Pirina. Oggi, ultimo giorno del progetto, sempre a Telti, saranno i giovani ospiti a portare la loro esperienza, parlando della flora e della fauna dei propri paesi, l'iniziativa si concluderà con un seminario sulla biodiversità in Sardegna.

Tutti i temi dello scambio internazionale hanno ruotato attorno all'ambiente: negli workshop si è parlato di ecologia, del rispetto ambientale e della valorizzazione di aree rurali, come quelle della Gallura, ma anche di Green economy, le energie rinnovabili, di Green Skill, le competenze "verdi", come strumento civico e opportunità lavorativa per i giovani, del contatto con la natura e della sua conoscenza. Negli educational tour, alla scoperta della biodiversità del territorio che ha fatto tappa nei quattro comuni coinvolti, la delegazione ha visitato Tavolara, il lago del Liscia, la biblioteca di Tempio e un'azienda produttrice di miele, oltre ad addentrarsi nelle campagne teltesi di San Bachisio, per assistere alla preparazione del formaggio in uno stazzo. Infine, il ritrovo nel cortile Lu Furru,

per la preparazione di pane e pasta, dove hanno anche pranzato, e la visita al museo naturalistico del paese. Ad accoglierli, il sindaco Gianfranco Pinducciu, l'assessore alla Cultura Giuseppe Pinna e il presidente della Pro loco, Giuseppe Fancellu.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli