I tagli di Invitalia: in liquidazione Italia Navigando

Dai primi di agosto Italia Navigando è in liquidazione e le partecipazioni societarie che ancora le restavano - come Marina di Portisco - sono passate in portafoglio a Invitalia. La società,...

Dai primi di agosto Italia Navigando è in liquidazione e le partecipazioni societarie che ancora le restavano - come Marina di Portisco - sono passate in portafoglio a Invitalia. La società, interamente partecipata da Invitalia, agenzia governativa per lo sviluppo, era nata all’inizio degli anni Duemila per gestire l’ambizioso progetto di realizzare in Italia una rete di porti turistici in grado di competere sul mercato mediterraneo e sostenere le start-up delle imprese portuali. Dopo molta turbolenza e dopo aver liquidato il socio privato (cui è andata, tra l'altro, la partecipazione nel Marina di Teulada), ora la società esce di scena in sordina. Cambia pelle anche Marina di Portisco spa, ora interamente partecipata da Invitalia. Dopo aver richiamato Vasco De Cet alla direzione del porto, lo scorso anno, ora rinnova anche il consiglio d’mministrazione. Il nuovo presidente è Ernesto Abaterusso, già presidente di Italia Navigando ed ex parlamentare del Pd e prima ancora dei Ds. il nuovo amministratore delegato è Francesco Baldassarri, avvicendatosi con De Cet alla guida del porto olbiese tra il 2010 ed il 2013, funzionario di Italia Navigando e già direttore di Marina degli Aregai del gruppo Cozzi Parodi. Siede nel consiglio di amministrazione per la prima volta anche una donna: si tratta di Serena Di Nino, dirigente Invitaliadel

settore sviluppo del territorio. Insomma, un management integralmente rinnovato e di alto profilo sembra essere il segnale che Marina di Portisco spa (anche grazie ai lusinghieri risultati ottenuti quest'anno) è diventato a tutti gli effetti un asset pregiato del portafoglio Invitalia.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller