Le grandi manovre dei piccoli comuni

Elezioni amministrative della primavera 2015: le prime indiscrezioni su Luogosanto, Sant’Antonio, Aggius e Bortigiadas

TEMPIO. Piccoli Comuni, grandi manovre. I mesi che precedono la scelta dei candidati per i rinnovi dei consigli comunali sono sempre frenetici e, nei piccoli centri, lo sono ancora di più. Oltre a Tempio, il Comune più grande dell’Alta Gallura che nel 2015 voterà per l’elezione del primo cittadino, ce ne sono altri dove si è già iniziato a lavorare. E le prime indiscrezioni corrono.

La prossima primavera chiamerà, infatti, alle urne i cittadini di Sant’Antonio, Aggius, Bortigiadas, Luogosanto, Berchidda, Oschiri, Buddusò e altri. Tutto corre tra le indiscrezioni che, però escono dalle stanze dei bottoni. Anche se, ancora, i diretti interessati – almeno i sindaci in carica – mantengono le riserve.

Luogosanto. C’è chi da per certa la ricandidatura di Antonio Scampuddu. Ma lui, non conferma ne smentisce. «Per adesso pensiamo a lavorare», dice solo il sindaco. Contro Scampuddu (o comunque qualcuno dalla sua parte), sicuramente scenderà in campo un nome condiviso dall’attuale gruppo di minoranza che, adesso, vede come capogruppo Piero Sanna. Proprio dall’”area Sanna” si sa che «c’è un bel gruppo molto compatto e siamo a buon punto. Dobbiamo solo confrontarci per scegliere chi ci rappresenterà e correrà per la carica di sindaco».

Sant’Antonio di Gallura. L’aria è già frizzante da qualche tempo. Tra abbandoni di consiglieri e assessori dell’attuale amministrazione di Angelino Pittorru, si parla di una lista di giovani pronta a scendere in pista per il paese. Sul nome del candidato a sindaco ancora, però, c’è riserbo. Si potrebbe anche scegliere con una consultazione tipo primarie. Pittorru, invece, sembra non si ricandidi e, al suo posto, potrebbe esserci qualcuno dei suoi, ma non ci sarà sicuramente continuità.

Aggius. Qui la situazione è ancora più tranquilla. Non si sa se Francesco Muntoni correrà per il suo quarto mandato o se lo farà, qualcuno vicino a lui. Da suoi si sa che “ancora la situazione è calma”.

Bortigiadas. Il sindaco degli ultimi anni, per due volte, è Emiliano Deiana. La legge consente, nei piccoli centri sotto i 5mila abitanti di candidarsi per la terza volta consecutiva. Ma Emiliano Deiana ancora non ha sciolto la riserva. Ed è ancora difficile sapere se ci saranno altre liste che concorreranno per il Comune.

Ìn molti, nei quattro paesi, pensano che si debba lavorare a proposte politiche che tendano ad unire e coinvolgere i giovani nell'amministrazione della cosa pubblica

in un momento difficilissimo sia dal punto di vista economico-sociale che istituzionale con un attacco senza precedenti contro le realtà piccole e marginali. A breve, si scoprirà, anche, cosa bolle in pentola negli altri centri interessati da elezioni nel 2015: Buddusò, Oschiri e Berchidda.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller