Salvatore Cherchi: «Saremo al fianco della famiglia»

Michael, i gemellini Jonathan ed Erica e il piccolo Francesco, quattro bambini tra i quattro e dieci anni, hanno atteso invano, ieri sera, il rientro del loro padre, Gian Paolo Spanu, dal lavoro. L’uo...

Michael, i gemellini Jonathan ed Erica e il piccolo Francesco, quattro bambini tra i quattro e dieci anni, hanno atteso invano, ieri sera, il rientro del loro padre, Gian Paolo Spanu, dal lavoro. L’uomo, sposato con una donna di origini siciliane, Giuseppina, era uscito di casa dopo pranzo per andare a Padru .

«Doveva prendere visione di alcuni lavori da effettuare all’interno della Rsa – ha spiegato ieri l’imprenditore olbiese Salvatore Cherchi, amico dell’operaio scomparso e titolare del contratto di manutentore della residenza per anziani – e doveva riferirmi, al suo rientro, il tempo necessario per effettuarli e il costo. Ho ricevuto al telefonata di Jonathan (il manovale) e mi sono precipitato sul posto. Una tragedia, questa, che mi ha colpito nel profondo del cuore. Conoscevo Gian Paolo da anni ed era uno dei miei collaboratori più fidati».

Ieri, a tarda sera, il magistrato di turno in Procura, Angelo Beccu, ha disposto la restituzione della salma ai familiari. Il dolore

e lo strazio della moglie Giuseppina è stato incontenibile alla vista del suo uomo, e padre dei suoi quattro figli, disteso sul freddo marmo dell’obitorio.

«Saremo al fianco di Giuseppina e dei suoi figli», ha assicurato ieri Salvatore Cherchi, ex presidente della Cna gallurese. (g.p.c.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller