Olbia

Il cacciamine Vieste trova il relitto del Tripoli

Il piroscafo fu affondato da un siluro tedesco nel 1918, morirono 300 persone e fra queste c'erano anche numerosi militari della Brigata Sassari

OLBIA. A venti miglia da Capo Figari il cacciamine Vieste della Marina militare ha individuato il relitto del piroscafo ’Postale Tripolì affondato, nella notte tra il 17 e il 18 marzo 1918, dopo un siluramento di un sommergibile tedesco.

leggi anche:

Le ricerche facevano parte del programma di collaborazione fra Marina Militare e il ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo nell’ambito del Progetto Commemorazione della Prima Guerra Mondiale.

Il relitto è adagiato su un fondale di circa 1000 metri di profondità nel golfo di Olbia. Il ’Postale Tripolì faceva rotta tra il Golfo degli Aranci e Civitavecchia. Nell’affondamento morirono circa 300 persone, tra cui parte della Brigata Sassari.

Grazie all’impiego di sistemi di ultima generazione è stato possibile condurre una ricerca ad alte profondità. Sensori imbarcati sul Auv (Autonomous Underwater Vehicle) Hugin 1000, di cui il cacciamine è dotato, hanno permesso di esplorare un’area di circa 4 miglia quadrate.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli