Variante al Pai oggi in consiglio comunale

Il progetto sarà illustrato dall’ingegner Mancini e dal geologo Tilocca prima del voto dell’aula

OLBIA. Sarà la variante all’adeguamento al Pai regionale l’argomento forte del consiglio comunale in programma questo pomeriggio nell’aula di Poltu Quatu. Un progetto che arriva forte del via libera ricevuto a Cagliari dall’Adis e che ora attende il passaggio in aula consiliare per il sì definitivo. «Progetto – ricorda l’assessore all’urbanistica Carlo Careddu – che sono frutto di una copianificazione con i tecnici della Regione, dunque sono pronti ad aver il sì definitivo anche nell’ultimo passaggio, quello regionale».

La presentazione della variante ha suscitato un po’ di polemiche, sollevate dal capogruppo di Forza Italia Marco Piro, che lamenta il fatto che molti consiglieri di minoranza non conoscono i progetti. «Non è vero – replica Careddu –, tutto è stato illustrato nel corso delle riunioni congiunte delle commissioni coinvolte: urbanistica, ambiente e lavori pubblici».

Tutti il malloppo è stato pubblicato ieri mattina nel sito istituzionale internet del Comune di Olbia, ed è disponibile dunque per tutti i cittadini che volessero consultarlo (occorre cliccare la sezione Amministrazione trasparente). Il lavoro, come previsto dalla legge, è stato firmato da un ingegnere idraulico, Marco Mancini del Politecnico di Milano, e da un geologo, Giovanni Tilocca. Oggi verrà illustrato in aula con il supporto della proiezione delle tante tavole che compongono il progetto stesso.

«Il cammino è stato lungo - ricorda ancora Careddu - ed è partito dal dicembre dello scorso anno. La variante all'adeguamento al Pai va fatta visto che per legge è necessaria dopo eventi alluvionali».

La riunione del consiglio comunale di oggi però prevede anche altri argomenti all’ordine del giorno, a cominciare da lla discussione relativa alla distribuzione dei fondi in cassa attualmente da distribuire agli alluvionati. Poi verranno affrontati quattro argomenti di variazione al bilancio. Quindi il capitolo del debito fuori bilancio relativo alla riassunzione di Gabriella Palermo al comune di Olbia, dopo il licenziamento deciso dall’allora sindaco Settimo Nizzi nel 2002. Una mossa che costa ora all’amministrazione circa 900mila euro.

Stasera si parlerà anche di un altro argomento importante, sempre per quanto riguarda i debiti fuori bilancio: la presenza dell’ufficio del Giudice di pace a Olbia. Eliminato dalla spending review, è stato possibile mantenerlo solo grazie

al fatto che il comune di Olbia e i comuni vicini si accolleranno le spese d’esercizio. Con Olbia che, essendo il centro più grande, si accollerà la fetta maggiore del conto. Infine verrà affrontata l’approvazione del nuovo regolamento delle società partecipate.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community