Apre l’ispettorato micologico

Funghi, esperti Asl nella Caserma Fadda

TEMPIO. Questa settimana, dopo i sovralluoghi e la firma del comodato gratuito dei locali messi a disposizione dell’Asl dal Comune, apre i battenti l'Ispettorato micologico di Tempio Pausania: si...

TEMPIO. Questa settimana, dopo i sovralluoghi e la firma del comodato gratuito dei locali messi a disposizione dell’Asl dal Comune, apre i battenti l'Ispettorato micologico di Tempio Pausania: si trova al piano terra della prima palazzina dell'ex Caserma Fadda, con ingresso da via Olbia. Un micologo della Asl di Olbia sarà a disposizione della popolazione da domani e per tutto il periodo delle piogge, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 9 alle13. «Era una promessa che avevamo assunto con il territorio e abbiamo lavorato, insieme all'amministrazione comunale, per rispettarla», dice il manager della Asl di Olbia, Giovanni Antonio Fadda.

L’Ispettorato micologico si colloca all'interno del dipartimento di prevenzione della Asl di Olbia, nel Sias (servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione), e garantisce attività di prevenzione, controllo e certificazione di commestibilità dei funghi freschi spontanei destinati all'autoconsumo dei cittadini ma anche di quelli destinati alla vendita o alla somministrazione. Per i grossisti gli ispettori eseguono, su richiesta, anche controlli domiciliari. Tra i compiti rientra anche quello di rilasciare le certificazioni obbligatorie necessarie agli esercenti, che devono possedere anche l'attestato di idoneità.

Visti i recenti episodi

di intossicazione alimentare (tre persone finite all'ospedale nell'arco di due settimane per aver ingerito funghi velenosi), l’Asl i invita tutti «a non consumare funghi se non si è certi della commestibilità: sottoponeteli alla nostra attenzione», dice Maria Rita Ara, direttore del Sian.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller