Tempio

Revoca maxisequestro, Fiordalisi ricorre in Cassazione

Per la presunta maxievasione fiscale sulla vendita della Costa Smeralda il capo della Procura di Tempio aveva disposto il sigillo dei beni per tredici milioni di euro

OLBIA. Il capo della Procura di Tempio Pausania, Domenico Fiordalisi, ha depositato ricorso in Cassazione contro la sentenza del Tribunale del Riesame che, nei giorni scorsi, aveva revocato il sequestro di beni per equivalente di 13 milioni di euro a carico dell’avvocato milanese Stefano Morri.

Il professionista è coinvolto nell’inchiesta sulla presunta maxi evasione fiscale, quantificata in 133 milioni di euro, che sarebbe scaturita dall’operazione di compravendita della Costa Smeralda, risalente al 2012.

Secondo il magistrato, il provvedimento del Riesame è da considerare nullo in quanto emesso da un

collegio costituito «ad hoc», in violazione dell’articolo 25 della Costituzione sul principio del giudice naturale precostituito per legge.

Secondo Fiordalisi, infatti, il rinvio dell’udienza del Riesame dal 10 al 19 marzo avrebbe consentito la costituzione di un collegio ad hoc.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller