CALANGIANUS

Scuola di musica, i giovani protagonisti

CALANGIANUS. La scuola civica di musica, guidata artisticamente dal direttore Fabrizio Ruggero, che comprende i comuni di Luras, Telti, Golfo Aranci, Palau, e ha Calangianus comune capofila, è ormai...

CALANGIANUS. La scuola civica di musica, guidata artisticamente dal direttore Fabrizio Ruggero, che comprende i comuni di Luras, Telti, Golfo Aranci, Palau, e ha Calangianus comune capofila, è ormai una bella realtà. Lo rimarca con un certo orgoglio Ivano Bertolucci, delegato alla Pubblica Istruzione evidenziando che sono state attivate le classi di pianoforte, chitarra, chitarra elettrica, canto, batteria, propedeutica della musica, teoria e solfeggio, fisarmonica, clarinetto. Dopo che la Regione, nell'ultima finanziaria, ha rimpinguato i capitoli dedicati alle attività delle scuole civiche di musica ( che nell'assestamento di fine anno aveva tagliato), la ripresa della scuola musicale gallurese è stata grande. Espletati i bandi per la selezione dei docenti e del direttore, effettuata la formazione delle classi, ora si pensa ai programmi e alle iniziative volte a radicare nel territorio la cultura e la sensibilità per la musica. «La scuola civica di musica- spiega Bertolucci - dovrà essere fucina di nuovi talenti. I giovani sono il target cui noi, come amministrazione, dedichiamo risorse e strumenti, affinchè anche con la musica, si instauri un dialogo, un ponte, un confronto con il mondo degli adulti, sempre più distratto alle esigenze umane e formative, pedagogiche delle nuove generazioni. Il linguaggio universale della musica ci aiuterà ad aprire strade e ad abbattere ponti per una cultura improntata all'attenzione dell'uomo in tutta la sua globalità» . Bertolucci precisa anche che «le lezioni si svolgono all'interno delle strutture scolastiche, in particolare nella scuola media grazie alla disponibilità della dirigente scolastica e del consiglio di istituto che con spirito collaborativo hanno sottoscritto la convenzione per l'utilizzo dei locali scolastici».A breve partiranno i laboratori, con convenzioni con le istituzioni sociali e culturali del paese: una sarà con il centro sociale di aggregazione per dei laboratori musicali per tutti i bambini, con un riguardo per chi ha particolari disagi. «Inoltre -conclude Bertolucci

- si attiveranno brevi stagioni concertistiche ove si esibiranno i docenti della scuola ed altri artisti. Non solo: la scuola civica di musica può anche offrire, per chi lo vuole, uno sbocco professionale futuro, oltre a fornire un servizio culturale per tutta la comunità». (p.z.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro