la maddalena

Da Scanu ai fuochi, ottimo bilancio per la festa patronale

LA MADDALENA. È calato il sipario sulla festa di Santa Maria Maddalena, molto sentita da tutti gli isolani. Un appuntamento dal mix sacro e profano, con un ricco menù di eventi religiosi e laici,...

LA MADDALENA. È calato il sipario sulla festa di Santa Maria Maddalena, molto sentita da tutti gli isolani. Un appuntamento dal mix sacro e profano, con un ricco menù di eventi religiosi e laici, come il concerto di Valerio Scanu. Tra i primi invece il momento centrale dei festeggiamenti è stata la messa solenne celebrata nel sagrato della chiesa in orario notturno per consentire una maggiore partecipazione di fedeli . Alla cerimonia religiosa erano presenti i carabinieri in alta uniforme e i vigili urbani con il gonfalone del Comune. La messa è stata presieduta dal vescovo, monsignor Sebastiano Sanguinetti, coadiuvato dal collega della diocesi di Tulle in Francia. Il coro “Città di Tempio” della cattedrale di San Pietro ha animato la cerimonia. A seguire si è svolta la solenne processione. I fucilieri di Santa Maria Maddalena, con i loro spari a salve, hanno dato inizio al corteo religioso e hanno preceduto la statua della santa, portata a spalla dagli uomini del Comitato, mentre le donne tenevanole lanterne fino alla barca Riviera di Gallura, per una breve processione a mare. La banda Giuseppe Garibaldi ha eseguito alcuni canti religiosi. Al

rientro la sosta per ammirare i fuochi d’artificio in onore della santa. La folla sulla banchina ha ammirato e goduto lo spettacolo pirotecnico. Anche monsignor Sanguinetti ha espresso il suo compiacimento per la bella festa e ha ringraziato il Comitato classe ‘65 per l’ottimo lavoro svolto.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community