Belveghile, un nuraghe sotto il cavalcavia

È il simbolo (dimenticato) degli sfregi alla storia e alla cultura. La protesta dell’artista Nicola Mette

OLBIA. Quasi nessuno conosce il nuraghe Belveghile. E non per ignoranza o per chissà quale avversione alla storia, ma per il semplice fatto che ci hanno costruito sopra. È impossibile da vedere. Si trova infatti sotto una decina di travi di cemento del cavalcavia che collega la circonvallazione per Golfo Aranci con lo svincolo per la Costa Smeralda. Da anni è il simbolo indiscusso del disprezzo per la cultura. Per questo l’artista Nicola Mette, 36enne di Sindia, aveva progettato una performance di denuncia dal titolo «Belveghile», che si sarebbe dovuta tenere la scorsa domenica nel complesso nuragico di Tamuli, vicino Macomer. Una installazione prontamente bloccata dalla Soprintendenza, che ha ritenuto incompatibile l’azione di Mette con il carattere storico-artistico del sito. Una performance in cui il giovane di Sindia si sarebbe dovuto mostrare nudo in mezzo ad alcuni bètili realizzati per l’occasione. «Avevo intitolato la mia performance “Belveghile” proprio per ricordare il nuraghe olbiese e tutti quei siti dimenticati e nascosti – spiega Nicola Mette, conosciuto anche a Roma e Milano -. Esistono troppi nuraghi impossibili da visitare, in preda all’incuria e al degrado. La Soprintendenza si concentra solo su alcuni, magari i più complessi. Tutti gli altri invece vengono dimenticati e questo non si può accettare». Il caso dell’artista Nicola Mette ha suscitato diverse reazioni sul web, soprattutto dopo il divieto della Soprintendenza. Ma ha soprattutto riportato a galla la storia del nuraghe Belveghile di Olbia: una struttura complessa e interessante

dal punto di vista storico ma clamorosamente nascosta sotto un cavalcavia. Nicola Mette, comunque, nel corso della sua carriera aveva già portato in scena simili installazioni-provocazioni, molte delle quali in difesa dei diritti degli omosessuali, da Amsterdam fino al Vaticano. (d.b.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli