Giornata internazionale

Linga gadduresa tra passato e futuro, se ne parla a Palau il 5 in una tavola rotonda

Nel corso della giornata dedicata alla identità linguistica del territorio si farà il punto sullo stato di salute del gallurese

PALAU. Un inno alla identità linguistica gallurese. Si svolgerà il 5 dicembre la “Terza giornata internazionale della lingua gallurese” organizzata dall’Accademia della lingua gallurese in collaborazione con il Comune e la Provincia. La sala consiliare di piazza Popoli d’Europa ospita la tavola rotonda che mette al centro del dibattito il valore della lingua gallurese e la sua sopravvivenza anche attraverso le nuove generazioni.

L’inizio dei lavori è programmato per le 9,30. Dopo il saluto del sindaco, Francesco Pala e dell’assessore alla Cultura, interverrà Mario Scampuddu, dell’Accademia della lingua gallurese. Alle 10 interverrà Mauro Maxia, dell’istituto sardo-corso di formazione e ricerca. Il suo intervento sarà sul tema “Italiano, sardo e gallurese tra i giovani di una comunità ai confini della Gallura”. Alle 10,30 prenderà la parola Eduardo Blasco Ferrer dell’Università di Cagliari. La sua relazione approfondirà il tema del linguaggio giovanile in Gallura. Alle 11, Jean-Marie Comiti, docente dell’università della Corsica affronterà il tema “Le rappresentazioni degli studenti corsi sul gallurese” mentre Alain di Meglio, docente dell’università corsa cercherà di rispondere al quesito “Le Bocche di Bonifacio costituiscono una frontiera linguistica o socio-linguistica?. L’ultimo intervento è affidato a Elton Prifti,

docente dell’università di Mannheim, in Germania che proverà a fare delle riflessioni pragmalinguistiche sulla situazione dei giovani nell’area limitrofa sardo gallurese”. Dopo la pausa pranzo prenderà il via la sessione pomeridiana destinata alla tavola rotonda, a partire dalle 16.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli