la storia

Consiglio regionale, primo storico discorso in gallurese

L'ha pronunciato Meloni per salutare l'arrivo di Talamoni, presidente dell'assemblea della Corsica. Zanchetta ha parlato in maddalenino.

OLBIA. Chissà, alla fine forse si sono capiti solo loro tre. Jean-Guy Talamoni, presidente dell’assemblea della Corsica in visita al consiglio regionale sardo oggi 28 aprile, giorno di La dì dilla Saldigna, ha parlato in còrso. Pierfranco Zanchetta, consigliere regionale, in maddalenino. Giuseppe Meloni, consigliere regionale pure lui, di Loiri Porto San Paolo, in gallurese.

Sa Die, Meloni (Pd) saluta l'incontro Sardegna-Corsica in gallurese CAGLIARI. L'incontro Sardegna e Corsica avvenuto il 28 aprile nel giorno in cui i sardi celebrano «Sa Die de sa Sardigna» è stato celebrato anche in lingua gallurese. Giuseppe Meloni, consigliere del Pd, ha tenuto nella lingua del nord est della Sardegna il suo discorso nell'aula del consiglio regionale.

Lingue sorelle, essendo sia il gallurese che il maddalenino di origine còrsa. Lingue minoritarie, in Sardegna, e non sempre riconosciute come la legge imporrebbe. Non a caso, in Gallura non è mai stato accettato l'uso, ancora futuribile, della lingua sarda unificata nei documenti pubblici.

Lingua viva, soprattutto il gallurese. Lo aveva dimostrato, anni fa, uno studio della Regione. Lo potrebbe capire chiunque, facendosi un giro in Gallura. Il gallurese si parla a casa, nei luoghi di lavoro, dalle fabbriche alle imprese turistiche. E persino nei consigli comunali. I sindaci, tra di loro, salvo qualche eccezione, parlano in gallurese. Una lingua diffusa, giusto per smentire alcuni luoghi comuni, anche nelle coste. Ad Arzachena, per esempio, e a Monti di Mola, ovvero nei luoghi della Costa Smeralda. Basterebbe avere un po' di amici arzachenesi per rendersi conto che loro, su Facebook, spesso e volentieri scrivono in gallurese.

Comunque sia, è stato un giorno storico: per la prima volta – secondo Franco Mannoni, ex consigliere regionale socialista, gallurese di Santa Teresa (o Lungoni) trapiantato da anni a Cagliari, che l'ha fatto notare su Facebook scrivendo in gallurese  – un intero discorso nell’assemblea regionale è stato tenuto in gallurese. Prima di allora, solo battute. Per esempio ai tempi in cui, legislatura dal 1994 al 1999, era consigliere regionale Settimo Nizzi, che in aula spesso si esprimeva in gallurese (e polemizzava così con un altro gallurese, Renato Cugini). Un bell’orgoglio per Meloni. E anche per Zanchetta, che ha sottolineato come fosse la prima volta che un consigliere regionale si esprimeva in maddalenino.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller