Alà dei Sardi, i due candidati a confronto

Il sindaco uscente Carta punta sulla continuità delle sue opere, lo sfidante Ledda sui soldi per il sociale dall’eolico

ALA’ DEI SARDI. Alà dei Sardi va al voto: dovrà scegliere il nuovo sindaco e rinnovare il proprio consiglio comunale. Lo farà tra due settimane: il 5 giugno. A correre per la poltrona (e per la fascia) di primo cittadino sono due uomini: Francesco Ledda e Mario Carta (sindaco uscente). Dunque, in campo due liste per un totale di 23 candidati alla carica di consigliere comunale. Ad Alà dei Sardi sono chiamati a votare circa 1600 elettori.

La lista numero uno è quella che vede come aspirante sindaco il geometra Francesco Ledda e che racchiude i suoi sostenitori sotto il nome di “Alà noa – ascoltare, partecipare, progredire”. «Mi candido con grande onore alla carica di sindaco del paese – spiega il candidato Francesco Ledda -. Ad Alà dei Sardi ci sono tante cose da fare. I miei progetti sono ben sintetizzati nel programma della lista che mi onoro di rappresentare. Mi preme sottolineare l’aspetto sociale di Alà dei Sardi: troppe famiglie sono in difficoltà economica, quindi bisogna spendere nel paese e nelle famiglie i soldi derivanti dal nostro parco eolico abbattendo le tasse comunali. Troppe imprese locali non esistono più, bisogna affidare direttamente a loro i lavori con cottimo fiduciario in maniera equa. Abbiamo nella nostra lista alcuni giovani, questi devono portare all’interno dell’amministrazione le loro problematiche. Abbiamo strutture sportive fatiscenti, credo sia arrivato il momento di dare a tutti i servizi che merita Alà dei Sardi e non andare altrove per usufruire del servizio».

La lista numero due porta il sigillo dell’attuale primo cittadino Mario Carta e si chiama “Insieme per scrivere una seconda pagina” e, dunque, proseguire il lavoro svolto e impostato. «La lista Insieme per scrivere un'altra pagina – racconta Mario Carta - si presenta come diretta emanazione della lista Insieme per scrivere una nuova pagina che si è presentata ed ha vinto le elezioni amministrative dell'anno 2011 e ciò per almeno due ordini di motivi: il primo è costituito dal fatto che otto consiglieri si ripresentano all'attuale competizione; il secondo, dal fatto che occorre portare a compimento numerose iniziative (lavori, servizi e tanto altro) che non è stato possibile realizzare nel passato mandato, per vari ragioni, non ultima quella dell'obbligo del rispetto del Patto di Stabilità. Si ricorda che nel precedente mandato, oltre ad aver assicurato tutti i servizi demandati al Comune (istruzione, sport, turismo, scuola materna, mensa scolastica,

servizi sociali), sono stati realizzati interventi ed opere pubbliche per 5.273.631 euro».

Il 5 giugno, dunque, anche Alà dei Sardi eleggerà il suo sindaco: verrà confermato l'uscente Mario Carta o si sceglierà Francesco Ledda. La parola alle urne e ai circa 1600 elettori alaesi.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller