Restauro gratuito il grazie del Comune agli imprenditori

Piazza Faber, conclusi i lavori nell’ex ufficio turistico Cerimonia e consegna di targhe agli operatori-benefattori

TEMPIO. L’amministrazione comunale con una cerimonia partecipata e perfettamente organizzata dalla struttura comunale, coordinata dal vice sindaco Anna Paola Aisoni, ha espresso la riconoscenza della città alle imprese che hanno lavorato gratuitamente ma con altissima professionalità per restaurare l’esterno e l’interno dell’ex Ufficio turistico, futura sede del Museo multimediale che sarà dedicato a Fabrizio De André. Struttura che si affaccia sull’omonima piazza già completamente trasformata, grazie al progetto dell’ architetto Renzo Piano, amico personale del cantautore. Una cerimonia non formale, quella di ieri, ma profondamente sentita dall’amministrazione comunale che ha potuto esprimere ufficialmente il proprio grazie. Vissuta con altrettanta emozione dai titolari delle imprese, dai professionisti e dagli artigiani. Protagonisti tutti di un atto di generosità dall’antico sapore rinascimentale che ha scosso con forza la città, risvegliando in molti altri la volontà di un impegno a volte latente.

I lavori che chiameremo genericamente di “restauro” ma che hanno visto all’opera dei veri e propri artisti della muratura, del ferro e del legno, vedono protagonisti nella loro munificenza: Andrea Azara di Arzachena, con la sua impresa Naturalia; la ditta Lorigagraniti di Domenico e Luciano Loriga di Sant’Antonio di Gallura, che ha fornito le soglie in granito ed elementi di finitura; la Bottega Lu Fraili di Davide Solinas, raffinato artigiano del ferro con laboratorio in San Pantaleo che si è fatto carico del restauro delle cancellate; la falegnameria Nordlegno di Nicola Sassu, che ha restaurato gli infissi; La Tecnika di Ozieri e l’Agenzia Rofix, leaders mondiale dei prodotti di Bioedilizia. E ancora: la Edil Tremme srl di Caterina Maciocco; Edilizia Duesse di Gianfranco Serra; Simone Sanna, grande pittore di Aggius una cui opera arricchirà la parete frontale del futuro museo. L’elenco prosegue con l’architetto Luigi Stazza, direttore artistico dei lavori, che si è occupato di questo singolare intervento assieme anche all’architetto Francesca Tamponi dell’Ufficio tecnico comunale, responsabile del procedimento e direttore dei lavori. L’architetto Stefano Navone, con studio tecnico ad Olbia che si è occupato dei problemi legati alla sicurezza. A tutti loro, l’amministrazione comunale – dopo gli interventi del sindaco Biancareddu, del vice sindaco Anna Paola Aisoni e dell’assessore Gianni Addis – ha consegnato una targa ricordo per l’operato gratuito offerto, «meritevole – ha detto il consigliere di minoranza Monica Liguori –, di essere segnalato a livello internazionale». Sicuramente degni di citazione anche i funzionari e gli impiegati comunali, Piera Sotgiu, Silvana Cossu, Valentina Pirredda e Serena Columbano. Ed infine la Cantina Gallura e le Acque minerali Smeraldina. Ora tutta l’attenzione si sposta a giovedì

prossimo quando alle ore 21, la Piazza verrà inaugurata alla presenza di Renzo Piano e Dory Ghezzi, e a venerdì 22 per lo spettacolo itinerante “Sotto il vento e le vele” che si concluderà in piazza Gallura, con un concerto in onore di Fabrizio De André. Una storia tutta ancora da raccontare.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro