palau

Positivo il bilancio dell’Avis

Cresce il numero di donatori grazie agli studenti delle superiori

PALAU. Un bilancio positivo per l’Avis palese quello del 2016. Con la raccolta di dicembre da 30 sacche, grazie ai fedelissimi donatori e ad alcune new entry, la sezione cittadina dell’associazione ha chiuso un anno pieno di sacrifici ma anche di soddisfazioni.

Un contributo importante è arrivato dalla collaborazione con l’istituto tecnico Falcone/Bosellino e il grande cuore di studenti, insegnanti e personale non docente. Per tenere in piedi l’associazione è stato prezioso anche il contributo del Comune, utile per compensare i ritardi con cui la Asl rimborsa le sezioni dell’Avis. «Tracciato il bilancio del 2016 – spiega il presidente Gian Luca Tamponi, confermato per la terza volta alla guida dell’Avis – puntiamo a crescere in questo anno. Il sangue non basta mai, sia per le trasfusioni sia nella stagione estiva quando, oltre alle emergenze da routine si aggiungono quelle dei tanti turisti». L’Avis palaese ha anche promosso una campagna di sensibilizzazione per i nuovi donatori, con pubblicità nei media e sul web sul valore della donazione, gli sms per ricordare le date dei prelievi e fare gli auguri, un piccolo dono per ogni donazione. «A tutto questo si aggiunge il grande impegno per partecipare a tutte le riunioni ed essere sempre all’altezza della situazione. Siamo stati nelle

scuole – continua Tamponi – e collaborato a varie manifestazioni». Il presidente Tamponi è affiancato dal vice Giancarlo Pinna; all’amministrazione Alessandro Colombo, segreteria Irene Cocco e consigliere Carlo Orecchioni. I revisori dei conti Mario Orecchioni, Giovanni Aresu e Gavino Scarpa.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare