luras 

Premiati per gli scritti in limba 

Due alunni della scuola primaria hanno vinto il concorso “Depperu”

LURAS. Lucia Cabras della 5A della scuola primaria di Luras ed Edgar Sanna (5B) sono i vincitori ex equo della borsa di studio di 200 euro in memoria di Piero Depperu, studioso e scrittore del celebre vocabolario lurese, venuto a mancare qualche anno fa.

I due alunni hanno partecipato al concorso "Scrivere in lurisincu". A tutti gli alunni delle due classi è stato dato un attestato di partecipazione. Le opere dovevano essere in lurese. Alla premiazione, oltre alle mamme degli alunni, ha fatto gli onori di casa la dirigente scolastica Pinuccia Mura: «Sono contenta del lavoro svolto da tutti. E' bello misurarsi con gli altri pur rimanendo in amicizia. Sono orgogliosa di questo premio». La vedova dello studioso lurese, Lina Tamponi, invece, ha condotto la premiazione cui erano presenti anche Mario e Franca Depperu, fratello e sorella di Piero. «E' emozionante - ha detto Lina Tamponi - ricordare Piero nel suo amato paese. Ai suoi figli, nella dedica nel vocabolario ha scritto: affinché possiate nutrirvi delle radici che mi hanno generato. A voi alunni dico di coltivare la passione per il lurese, parlatelo e se non lo fate interrogate i vostri nonni».

Ai vincitori è andata una copia de su "Vocabbolariu lurisincu" (che ha visto la luce dopo 40 anni di ricerche) e 100 euro ciascuno. Lucia Cabras ha vinto con
il testo "Sa mia vida in lurisincu", un racconto di una bambina che, come molti luresi, ha come lingua madre il lurese e che ha imparato molto bene l'italiano dopo. Edgar Sanna ha prodotto due lavori in lurese, raccontando la sua vita: "S'iscola elementare" e "Sa vida mia". (s.d.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro