Agci Gallura, Fiori confermato presidente 

Il mondo delle cooperative a confronto sui temi del credito, della burocrazia e degli appalti al ribasso

OLBIA. Michele Fiori è stato riconfermato per acclamazione presidente dell’Agci Gallura. L’assemblea congressuale dell’associazione delle cooperative nei giorni scorsi lo ha rieletto insieme agli altri organismi dirigenti.

Fiori si è soffermato sui temi caldi che interessano il mondo delle coop: stretta creditizia, appalti al ribasso e guerre fra poveri, oppressione burocratica e normative complesse per accedere ai bandi regionali ed europei. «C’è anche un aspetto positivo da raccontare – ha detto il presidente – cioè una realtà economica e produttiva che, crescendo il fatturato, aumentando o mantenendo i livelli occupazionali, così come a livello nazionale, anche a livello locale, contribuisce all'8% del Pil». Del resto, i numeri dell’Agci Gallura parlano chiaro: 60 imprese aderenti, 2.400 lavoratori, oltre 3.000 soci, 33 milioni di euro di fatturato (dati 2015).

All’assemblea era presente l’asssore regionale Pier Luigi Caria, che ha comunicato dati importanti sui primi 100 giorni del governo del settore primario. Presenti anche Carlo Scarzanella, vice presidente vicario nazionale Agci, che ha elogiato l'attività del presidente Fiori e del suo staff, e quella del direttore Filippo Sanna, nel promuovere l'immagine di tutta l'Agci. Presente anche il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, che ha ringraziato l'opera portata avanti dalle imprese cooperative, in termini di servizi e di contributo alla occupazione. «Occorre valorizzare le imprese locali meritevoli – ha detto Nizzi – e diffidare di chi, arrivando da fuori, pensa di approfittare della forma cooperativa per fare business a spese dei più deboli. Sono intervenuti nel dibattito Benedetto Sechi, presidente Gac/Flag Nord Sardegna, che ha presentato l'attività della aggregazione (di cui Agci è partner) volta a valorizzare il comparto pesca e attività connesse. Quindi Angelo Crasta, dell’Oleificio Gallura, che ha ribadito l'importanza delle eccellenze del settore primario da promuovere allargando la base dei conferitori di prodotto locale. Ancora Rosina Niola, dell’Agci Donne, che ha parlato della promozione delle pari opportunità nel movimento cooperativo.
Infine Piero Diana che ha ricordato il caso difficile della c ompagnia portuale, Roberto Pirodda, dell’Arya che ha parlato delle startup. Infine Sergio Cardia, presidente dell’Agci Sardegna, che ha letto il messaggio personale del presidente dell’Agci nazionale Rosario Altieri.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro