La viabilità verso la svolta il sindaco: «I soldi ci sono»

Andrea Biancareddu chiede che i milioni di euro promessi vengano assegnati: «Cagliari ha confermato la disponibilità dei fondi per le arterie più importanti»

TEMPIO. «Siamo stati trascurati da troppo tempo. E' arrivato il momento di chiedere uniti quello che ci spetta». Ad affermarlo, con decisione e quasi a sorpresa al termine di un comunicato stampa che annuncia un imminente tsunami di milioni sulla viabilità che ruota attorno a Tempio e al suo hinterland, è il sindaco Andrea Biancareddu latore, in apertura, di una serie di buone novelle.

«Recentemente - è l’incipit del comunicato - ho avuto modo di parlare a Cagliari con il capo coordinamento Anas della Sardegna, Valter Bortolan e con il direttore generale dell'Assessorato ai Lavori pubblici, Marco Dario Cherchi. Da entrambi è stata confermata la disponibilità di 38 milioni per il “l’allineamento” della Fumosa, dei 60 milioni per la circonvallazione esterna che dovrebbe liberare la città del traffico pesante in entrata e in uscita dalla statale 127 Olbia-Tempio-Sassari e della statale 133 Tempio-Palau. Confermati anche - dice Biancareddu -, i 12.300.000 euro ( 6 elargiti dalla Provincia e 6.300.000 assegnati dalla Regione) per la Tempio-Calangianus». Novità importanti, nel comunicato del sindaco, anche per la costruzione della nuova strada di Monte Pino, distrutta oltre quattro anni fa dall’alluvione e poi arenatasi nei vari passaggi e iter burocratici.

«In settimana - dice Biancareddu -, dovrebbe arrivare il parere dell' Agenzia regionale del distretto idrografico della Sardegna, ultimo tassello necessario per poter iniziare gli attesi lavori». Passi in avanti, secondo il comunicato del sindaco, anche per la strada Tempio-Olbia. Biancareddu infatti rende noto di essere riuscito a vedere il progetto da 130 milioni di euro a basso impatto ambientale che ripercorre la strada già esistente, intervenendo nei tratti più problematici. Il progetto in questo caso prevede lotti funzionali. A significare che non sarà necessario attendere lo stanziamento dell'intera cifra per iniziare i lavori.

«Infatti - aggiunge il sindaco, (che ribadisce l’importanza di detta arteria per la crescita e lo sviluppo di tutta la Gallura) -, sono già stati confermati i 5 milioni di euro per il tratto che da Olbia arriva sino alle pendici di Monte Pinu. In totale 240 milioni di euro che se effettivamente elargiti nei tempi e nei modi dovuti, (sconfiggendo per prima cosa la burocrazia),
sistemerebbero non solo le disastrate strade galluresi ma anche la sua altrettanto disastrata economia». Biancareddu, ad ogni buon conto, considerato che è in corso la campagna elettorale piena, lancia il suo appello iniziale «perché venga dato alla comunità quello che le spetta».

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community