Sosta obbligatoria per i camion

La proposta dei Riformatori per ridurre i tempi sulla strada Olbia-Arzachena

OLBIA. Non sarà argomento di questa campagna elettorale. Perchè la strada Olbia-Arzachena ricompaia nell’agenda della politica bisognerà attendere le regionali. I problemi però rimangono, come ricorda il coordinatore provinciale dei Riformatori, Giovanni Pileri. Che propone una soluzione tampone «in attesa che la politica faccia la sua parte dando gambe a un’opera indispensabile per il territorio». Tra le richieste, una sosta a tempo obbligatoria per i mezzi pesanti.

Il problema della Olbia-Arzachena non riguarda solo il periodo estivo. «Anche durante l’inverno si deve fare i conti con tempi di percorrenza enormi, dilatati dal rallentamento causato dai mezzi pesanti che transitano sul percorso – spiega il coordinatore Pileri –. Uno dei principali problemi per chi guida su quella strada è trovarsi incolonnato dietro mezzi pesanti che per questioni di sicurezza non possono essere superati. La presenza di curve e limitati rettilinei non consentirebbero il sorpasso senza rischiare un incidente. Al tragitto, che potrebbe essere percorso in 25-30 minuti, viene così aggiunto un tempo medio ingiustificato di 10-15 minuti». Da qui una proposta concreta all’Anas. Una pausa obbligatoria per i mezzi pesanti. «Proponiamo che gli enti di competenza chiedano all’Anas, ente gestore della strada, di predisporre una ordinanza di regolamentazione del traffico che imponga ai mezzi pesanti di fare almeno 2-3 soste da un minuto nelle piazzole lungo il tracciato Arzachena Olbia. Questa
sosta, che per i camion sarebbe limitata a soli due minuti comporterebbe un risparmio di tempo non inferiore a dieci minuti per le auto, che altrimenti sarebbero costrette a rimanere incolonnate o tentar improbabili sorpassi con il rischio di conseguenze anche gravi». (se.lu.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community