Il giornale degli studenti finestra sul mondo

Luras, gli allievi dell’istituto Comprensivo “Giagheddu” dopo la visita alla redazione della Nuova

LURAS. Uno scambio interessante che ha visto protagonisti i ragazzi delle scuole medie di Luras (Istituto comprensivo "Ines Giagheddu") che, per un progetto del loro giornalino sono andati a visitare la redazione di Olbia della Nuova Sardegna e incontrato i giornalisti. Durante l'anno, gli alunni della seconda, a scuola hanno fatto i redattori (e continueranno a farlo) e hanno prodotto diversi numeri del giornale scolastico "In giro per il mondo - nosciziasa e curiosidadese" (titolo e veste grafica scelti dagli alunni). Il lavoro rientra in progetto curricolare interdisciplinare che vede come referenti e curatori i professori Rosita Giannottu (lettere) e Alfredo Guerzi (religione).

«Tutto – dicono i docenti – nasce con lo scopo di interessare i ragazzi al mondo che li circonda, partendo dalla scuola, il paese e le sue tradizioni, le altre tradizioni europee (abbiamo in classe alunni con genitori stranieri) e l'attualità; oltre che promuovere l'accoglienza e l'integrazione». I ragazzi svolgono le ricerche in classe, mentre le interviste le realizzano nel pomeriggio, solitamente in due o in piccoli gruppi. «Successivamente – spiega la docente di lettere – impostano la brutta a casa e, poi, a scuola, la sistemano col nostro aiuto. La correzione si fa a voce alta in classe, in modo che tutti possano collaborare e trascriviamo al computer. La ricerca della immagini avviene sia a casa che a scuola. Il tutto viene poi inviato al professore di religione che cura l'impaginazione. Le persone intervistate spaziano da immigrati di paesi europei ed extraeuropei a luresi».

Il giornalino viene pubblicato sul sito e sulla pagina facebook della scuola e viene stampata una copia per ogni classe della secondaria di Luras. Gli argomenti degli articoli sono in parte scelti dai ragazzi, in parte indicati dai docenti; ma, poi, gli alunni decidono chi intervistare o come cercare le informazioni. In ogni numero si cerca di coinvolgere i docenti o per l'editoriale o per gli articoli tematici (ad esempio, in quello del numero di gennaio Nicola Mureddu, docente di lettere, ha curato l'editoriale
e in quello di marzo, Mimmo Petroccia, docente di scienze motorie, ha collaborato per un articolo su Pietro Mennea e Anna Pasella, docente di inglese, ha aiutato i ragazzi nella descrizione di Luras in inglese). Per alcuni numeri hanno collaborato anche alunni delle altre classi.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community