Scuole, in arrivo altri fondi Pon

Finanziati i progetti presentati dal liceo artistico De André e dal tecnico Pes

TEMPIO. Si chiamano “Pon”, hanno un nome molto musicale e, quando vengono autorizzati e finanziati, si traducono in moneta sonante. Sono la nuova panacea che è in grado di aiutare le scuole a realizzare idee e progetti. Basta un pizzico di creatività (qualità non poi così diffusa) e un po’ di ostinazione per non perdersi nei meandri di iter burocratici ed estenuanti rendicontazioni.

A Tempio i Pon iniziano a diventare sempre più familiari a tutte le scuole. Tra queste ce ne sono due che sono riuscite a rientrare nella graduatoria di Pon finalizzati alla realizzazione di laboratori per lo sviluppo delle competenze di base e di laboratori professionalizzanti in chiave digitale. Le due scuole sono Il Tecnico “Pes” e il Liceo Artistico “De André”, scuola, quest’ultima, che sta mettendo in luce un vero talento nella progettazione di proposte innovative. Tra le 59 scuole selezionate in Sardegna il De André e il Pes sono riuscite a posizionarsi ottimamente. Il “De André” ha ottenuto il secondo punteggio più alto in assoluto, riuscendo a farsi approvare un progetto di 98mila euro circa. Ammonta a quasi 78mila, invece, quello del Pes. Al De André l’intervento riguarda la digitalizzazione e l’informatizzazione del sistema laboratoriale già esistente. In particolare, verrà potenziato in chiave digitale il laboratorio di grafica nella forma di un FabLab scolastico. Nome, questo, con il quale si definisce un ambiente che pone lo studente al centro del processo formativo, rendendolo protagonista tanto della fase progettuale, quanto di quella esecutiva.

È un ambiente fisico-virtuale per l'apprendimento basato sull’esperienza e la pratica dell'innovazione in tutte le sue espressioni: tecnologica, sociale e individuale. Prevede anche l’allestimento di uno spazio dedicato alla fotografia (fotocamera digitale, obiettivi fotografici, kit da studio fotografico). Ad averlo ideato è stato il professore Sergio Piras, titolare della cattedra di Discipline grafiche di Tempio. È facile immaginare che il progetto consentirà alla scuola di supportare molti dei percorsi inseriti nel piano dell’offerta formativa d’Istituto.
Tra questi c’è quello strutturato come alternanza scuola/lavoro per la progettazione e realizzazione dell’apparato didattico di alcune tra le più importanti realtà museali del territorio. Tutto nell'ottica di progetti che si interfacciano sostenendosi reciprocamente. (g.pu.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community