Fiamme e paura in hotel in fumo la veranda esterna

L’incendio ha danneggiato il 4 stelle Speraesole e la Caffetteria della Nonna Allontanati i clienti. Esclusa l’origine dolosa. I titolari: «L’attività non si ferma»

OLBIA. Le fiamme hanno divorato la grande ed elegante veranda che dà sulla piscina. In fumo la tettoia, i tavoli, le sedie, le tende di plastica, le porte e le vetrate. I danni sono ingenti, si parla di decine di migliaia di euro. Una brutta botta, proprio a inizio stagione. Per fortuna, però, il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme penetrassero anche all’interno della struttura. È successo all’alba di ieri, a Murta Maria. Il fuoco ha danneggiato l’hotel quattro stelle Speraesole, che comprende anche il rinomato ristorante Caffetteria della Nonna, di gran lunga uno dei più frequentati di tutta la Gallura. Nessun ferito. Escluso fin dal primo momento il dolo. Si è anche parlato di una sigaretta caduta nella zona della veranda, ma l’origine sarebbe invece un cortocircuito. I titolari dell’hotel e del ristorante, Fabio e Maurizio Deiana, insieme a tutto lo staff, si sono subito rimboccati le maniche. E poi hanno rassicurato i loro clienti: «Riusciremo a ripristinare il tutto il prima possibile, l’attività non si ferma».

Incendio all’alba. L’hotel era pieno. Circa 120 i clienti nelle camere, subito allontanati. A dare l’allarme, poco prima delle 6, è stato proprio un cliente, che si era accorto del fumo. Subito è scattato il piano di sicurezza, con alcuni membri dello staff che hanno cominciato a domare le fiamme. Nel frattempo, nel giro di una manciata di minuti, sono arrivati i vigili del fuoco, a bordo di due mezzi. Le operazioni di spegnimento e di bonifica sono durate qualche ora. Ad andare distrutta è stata la zona esterna, cioè la veranda con tettoia, tavoli ed elementi di arredo. Danni anche al pavimento. In frantumi i finestroni che separano l’interno con l’esterno. Nelle sale da pranzo interne, però, nessun danno, solo alcune pareti leggermente annerite dal fumo. L’hotel e il ristorante non sono stati dichiarati inagibili e così i clienti hanno potuto fare ritorno nelle camere. Sul posto anche la polizia.

Solidarietà e ripartenza. I titolari, Fabio e Maurizio Deiana, fratelli, da 30 anni nel mondo della ristorazione e dell’accoglienza, sono molto conosciuti. La Caffetteria della Nonna, per esempio, è continuamente scelta da tantissime coppie per i loro matrimoni. «Ringraziamo tutti i colleghi e gli amici che ci hanno chiamato per esprimere solidarietà. Siamo grati a tutti
loro – commenta Fabio Deiana –. Comunque ci tengo a rassicurare che rispetteremo i nostri impegni perché la struttura non si è fermata. L’hotel e il ristorante continuano a lavorare. Per fortuna ha bruciato solo l’esterno. Siamo già al lavoro per ripristinare tutto il prima possibile».

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli