Tutte le regole per partire in nave

La Direzione marittima ricorda l’obbligo di un documento di identità per i minori

OLBIA. Piccole preziose indicazioni prima dell’inizio del grande esodo. La Direzione marittima si prende cura dei passeggeri e rinfresca la memoria su alcune basilari regole che riguardano i documenti di identità. Lo fa in prima persona il direttore marittimo, il Capitano di vascello Maurizio Trogu. Tutti coloro che sceglieranno i porti della Gallura e del nord Sardegna, dovranno tenere a mente che per l’imbarco sulle navi in partenza dagli scali di Olbia, Porto Torres e Golfo Aranci è assolutamente obbligatoria l’esibizione di un documento d’identità in originale e in corso di validità. Lo stesso obbligo si etsende anche ai minori accompagnati dai genitori.

Le disposizioni sopra richiamate sono comunque chiaramente riportate nelle condizioni e nei termini di trasporto di tutte le compagnie di navigazione, anche a tutela e garanzia del viaggiatore stesso.

Purtroppo, per motivi di security, la mancata esibizione della documentazione richiesta comporterà il diniego all'imbarco. Inoltre in nessun caso il personale di bordo e quello preposto ai controlli di sicurezza a terra potrà assumere la custodia del minore, né tanto meno potranno essere ritenute valide le autocertificazioni. In passato, per imbarcare sulle navi come sugli aerei, questo problema è emerso
in tutta la sua gravità. La mancanza dei documenti può davvero rovinare l’inizio di una vacanza. Per tutte le informazioni necessarie per il viaggio, è consigliato prendere visione dei contenuti dei siti delle Compagnie di navigazione e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro