Nuovi loculi a Luras, interrotti i lavori

La protesta dei parenti dei cari estinti: «Attendiamo da mesi il completamento»

LURAS. I defunti aspirano alla pace eterna come eterna sembra essere, nel cimitero di Luras, la speranza dei loro parenti di veder finiti i loculi dove riposano (con poca pace) i loro cari.

Per ora i loculi occupati sono 7 su 32 totali non finiti. C'è solo la struttura prefabbricata in cemento, senza isolamento, coibentazione e, tanto meno, rifiniture in granito o altro materiale dignitoso. Non c'è una data certa per sapere quando si potranno mettere le foto, i vasi, i lumicini, i nomi e i cognomi dei cari. All'ufficio tecnico comunale rispondono che non possono dare una data certa, non lo sanno proprio. Pare che non ci siano soldi per finirli. Senza terminare la struttura non si potranno vedere le lastre complete. C'è chi attende addirittura dal mese di marzo.

«Non so quando potrò vedere sistemato il loculo - dice un cittadino -: dal mese marzo mi reco regolarmente in Comune e mi sento dire che non lo sanno. Non sanno quando sarà tutto rifinito e terminato. E' una cosa che non sta né in cielo né in terra. E’ desolante, sembra un’area abbandonata sotto il sole».

Tempi certi, dunque, non ce ne sono. C'è chi dice che bisognerà attendere che siano tutti venduti per poterli terminare. Ma per vederli finiti si deve attendere che muoia qualcuno? O si devono vendere loculi non terminati? Stando alla media di mortalità lurese, per riempirli si dovrà aspettare come minimo
la fine dell'anno. C'è anche, tra i parenti, chi ha deciso di non pagare il costo del loculo (900 euro più le spese di segreteria) solo quando sarà finito e completo di lastra. E’ sicuramente finita, invece, la pazienza dei parenti dei cari estinti che attendono almeno una data da mesi.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro