Fine settimana di violenza due in manette in Gallura

Arrestati per maltrattamenti e lesioni un 51enne di Olbia e un 22enne di Padru  Il primo stava picchiando la moglie, l’altro minacciava la madre con il coltello  

OLBIA. Fine settimana di violenza in Gallura, dove i casi di maltrattamento nei confronti delle donne continuano ad aumentare. I carabinieri del Reparto territoriale di Olbia sono intervenuti in città e a Padru per fermare la furia di due uomini che si erano scagliati, uno contro la moglie, l’altro, contro la propria madre. Gli episodi si sono verificati entrambi sabato notte, facendo scattare due arresti.

In manette sono finiti F.C., 51enne di Olbia, ed S.A., 22enne di Padru. Per loro, l’accusa è di maltrattamenti in famiglia, lesioni e violenza a pubblico ufficiale.

A richiedere l’intervento delle forze dell’ordine sono stati i vicini di casa, allarmati dalle urla e dai forti rumori provenienti dalle due abitazioni, teatro dei litigi e delle aggressioni nei confronti delle due vittime. Ricevuta la richiesta di aiuto, i militari impegnati nei servizi di prevenzione, hanno raggiunto le due abitazioni. Il primo è stato bloccato mentre stava picchiando la moglie, il secondo mentre minacciava di colpire la madre con un coltello a seguito di un acceso diverbio. Per entrambi sono scattate le manette. L’olbiese, difeso dall’avvocato
Redenta Enne, è comparso ieri mattina davanti al gip Marco Contu che ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti dell’uomo il divieto di dimora, misura cautelare richiesta anche dal pubblico ministero Cristina Carunchio.

Il processo si aprirà a dicembre. (t.s.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro