al museo 

Confronto su sviluppo e cittadinanza

Al via la summer school promossa dall’istituto Euromediterraneo

OLBIA. La sala conferenze del museo archeologico ha ospitato ieri mattina la prima tappa della summer school «Global health & multilevel governance», che proseguirà fino al 10 agosto tra Olbia, Tempio e Porto Cervo. L’incontro in città è ruotato attorno al tema «Educare alla cittadinanza e alla salute globale». E questo perché, nonostante i progressi a livello globale, i dati sugli obiettivi per lo sviluppo sostenibile rilevano un aumento delle disuguaglianze anche all’interno dei paesi più ricchi. In Italia, per esempio, l’accesso ai servizi sanitari è iniquo per le fasce di popolazione più svantaggiate. All’incontro al museo sono quindi intervenuti il sindaco Settimo Nizzi, il vescovo Sebastiano Sanguinetti, Dante Carraro, direttore Medici con l’Africa, Paolo Fois, dell’università di Sassari, Pia Acconci, dell’università di Teramo, e Raimondo Satta, direttore dell’Istituto Euromediterraneo. «Questa è una bella occasione per la nostra città e per chi partecipa al corso – ha detto il sindaco Settimo Nizzi –. Questa iniziativa si colloca all’interno più ampio e che riguarda anche i progetti attivi nel territorio relativi allo sviluppo di strutture adeguate a una sanità sempre più inclusiva e all’avanguardia dal punto di vista scientifico». Il progetto coinvolge Medici con l’Africa Cuamm, Istituto Euromediterraneo, Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo,
Istituto superiore di sanità, Sism, Federspecializzandi, Isde, Italian climate network, Centro di salute globale, Centro per la cooperazione internazionale e Istituto Pedro Arrupe. Il 10 agosto nella piazzetta di Porto Cervo interverranno don Luigi Ciotti e il giornalista Paolo Mieli.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller