Ats-sindaci, via al confronto sul Paolo Dettori

Ieri a Olbia il primo di una serie di incontri dedicati all’ospedale tempiese. Virdis: il clima è costruttivo

OLBIA. Tavolo di confronto sul Paolo Dettori: ieri il primo atto. Lo avevano sollecitato lo scorso giugno i sindaci dell’alta Gallura in un incontro con il direttore generale dell’Ats Fulvio Moirano. In quell’occasione era stato chiesto che si aprisse un dibattito dedicato esclusivamente all’ospedale di Tempio e l’impegno è stato mantenuto dal super manager. Così, ieri mattina. i rappresentanti dell’Ats Sardegna-Assl di Olbia hanno incontrato alcuni rappresentanti dell’Unione dei Comuni dell’Alta Gallura. C’erano il presidente Antonio Tirotto (che è anche sindaco di Aglientu)), il presidente della conferenza socio sanitaria Antonio Satta, il sindaco di Luras Marisa Careddu, il sindaco di Tempio Andrea Biancareddu e il vice sindaco di Trinità Bastiano Addis.

E’ stata innanzitutto ricordato ciò che prevede la riforma regionale della rete ospedaliera per il Paolo Dettori: il mantenimento di tutti i reparti ma con qualche ridimensionamento, con l’aggiunta della terapia semintensiva. Ma è stato anche messo l’accento sui servizi offerti dal distretto territoriale all’interno di un quadro sinergico «che prevede una stretta collaborazione con l’ospedale dell’Area omogenea di Olbia e una forte interrelazione con la rete ospedaliera regionale. «In questa cornice - ha scritto l’Ats-Assl in una nota - l’indirizzo assunto dal tavolo è quello di affrontare, a partire dalle prossime sedute, temi specifici così da poter condividere la corretta riorganizzazione e riqualificazione dei servizi che risultano essere più adeguati alle necessità dell’utenza. Tra questi sono stati menzionati, ad esempio, le funzioni di ostetricia e ginecologia, il percorso di attivazione della lungodegenza e le possibilità di incremento della riabilitazione».

«Siamo soddisfatti del clima costruttivo che ha caratterizzato l’incontro - afferma la direttrice dell’Assl Olbia, Antonella Virdis -. Insieme alla rappresentanza dei sindaci dell’Unione dei Comuni dell’Alta Gallura abbiamo pianificato un cronoprogramma per analizzare le possibili linee di sviluppo dell’assistenza sanitaria ospedaliera con l’auspicio di giungere, seduta dopo seduta, alla massima condivisione possibile».

Apprezzamenti per l’apertura del tavolo tecnico-politico sono arrivati dal sindaco di Tempio. «Importante aver avviato la discussione - dice Andrea Biancareddu -, ma non posso nascondere che ci sia ancora un certo scetticismo. Va benissimo parlare del futuro del Paolo Dettori, ma non bisogna dimenticare il presente. E mi riferisco alla chiusura temporanea del reparto di Ostetricia e Ginecologia che dura ormai da tre mesi. Ecco, vorremmo sapere quando il servizio potrà ricominciare a funzionare. L’interruzione era stata decisa per motivi di sicurezza in quanto
mancavano alcuni medici. Ancora oggi, però, non sappiamo se i medici siano rientrati o se, in loro assenza, siano stati trovati sostituti. Spero dunque che già dal prossimo incontro, fissato per il 28 di agosto, arrivino tutte le risposte certe che il territorio attende». (s.p.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro