Morta a 104 anni la nonnina di Buddusò e Monti

BUDDUSÒ. Si è spenta serenamente a Buddusò, circondata dall’affetto dei suoi cari, alla vigilia dei 105 anni, zia Maria Satta (compleanno che avrebbe festeggiato il 4 novembre). Nata a Buddusò nel...

BUDDUSÒ. Si è spenta serenamente a Buddusò, circondata dall’affetto dei suoi cari, alla vigilia dei 105 anni, zia Maria Satta (compleanno che avrebbe festeggiato il 4 novembre). Nata a Buddusò nel 1913, da Pietro Paolo Satta e Minnia Bacciu, sorella del compianto don Bacciu, dopo il matrimonio nel 1931 con Bruno Tani, si traferì a Monti dove ha vissuto sino al 1999, quando morì il marito. Per questo veniva considerata la nonnina sia di Monti e sia di Buddusò. A Monti zia Maria si era trovata benissimo, vita serena tra famiglia, fede e ottime relazioni sociali, ma soprattutto per la profonda e mai interrotta amicizia che la legava con una vicina di casa e comare, zia Anita Lutzu, ora centenaria.

Mancato il marito, dopo un breve periodo a Monti, ha trascorso il resto della vita fra Buddusò (nel periodo estivo) e San Teodoro (invernale) accanto alle famiglie delle figlie Mariantonietta e Giovanna e i generi. Zia Maria Satta ha dedicato tutta la sua vita alla famiglia.Lucida nei ricordi, amava rammentare come, nella sua lunga vita avesse provato tante gioie, ma che il suo dolore più grande – sottolineava – fosse stato quello della perdita del figlio Giuseppe, gemello di Giovanna, mancato all’età di soli sei anni. In quella dolorosa situazione sosteneva l’avesse salvata la fede in Dio, e sino alla fine, ha recitato il rosario e assistito
alla messa davanti alla tv. Al momento è considerata la donna più longeva di Buddusò e Monti. I funerali si svolgeranno oggi pomeriggio a Buddusò. La salma, poi, sarà traslata nel cimitero di Monti, nella tomba di famiglia, accanto all’amato Bruno. (Giuseppe Mattioli)



TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro