san teodoro 

Fresu-Kinzelman, il jazz in laguna

Domani il concerto di chiusura del festival in località Peschiera

SAN TEODORO. Nasce nel 2015 il legame fra Time in Jazz, fondato e diretto da Paolo Fresu, e San Teodoro. Anche quest’anno il Comune ospiterà due concerti. Dopo quello del 12 agosto, nel centro storico, con Stefano Tamborrino, principale artefice dell’opera di composizione, e dalle ance (sassofono e clarinetto) di Dan Kinzelman, la manifestazione si chiuderà domani alle 18 nella località Peschiera, nella splendida cornice della laguna. Per chiudere il festival, il Comune ha voluto Paolo Fresu in un rinnovato incontro in musica tra il caldo timbro della sua tromba e del flicorno e l’inconfondibile canto e le sonorità dell’oud di Dhafer Youssef.

Un legame artistico e umano ormai ultraventennale, quello tra il musicista sardo e il tunisino, che ha dato vita a pagine importanti traendo linfa dalla comune radice mediterranea dei due. «L'obiettivo di questa amministrazione – ha detto l'assessore alla Cultura, Massimo Oggiano – è la conservazione dell’identità del luogo e della sua cultura, quella materiale e immateriale e la promozione attraverso eventi e manifestazioni che raccontino l'identità e la bellezza del nostro territorio. E in questa narrazione ben si adatta la filosofia del time in jazz».

La collaborazione tra il Comune e l'associazione culturale Time in jazz oltre ai due concerti estivi, in primavera, all'interno della Chiesa titolare, ha proposto il concerto dei Cuncordu e Tenore di Orosei e il violoncellista olandese Erns Reijseger per “Jazz Island
for Unesco”. Tra gli eventi estivi organizzati dall'amministrazione Comunale,va segnalato anche il progetto" Storie Comuni" del fotografo Gianluca Vassallo. Si tratta di un progetto che indaga la comunità teodorina attraverso spot e interviste realizzate da Vassallo e Daniele Arca.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro