Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

I campioni italiani si preparano per la cronoscalata di Tandalò

BUDDUSÒ. I campioni italiani di varie specialità si sfidano a Tandalò, l’unica cronoscalata su terra in Italia. Hanno accettato la sfida piloti di altissimo livello e con veicoli completamente...

BUDDUSÒ. I campioni italiani di varie specialità si sfidano a Tandalò, l’unica cronoscalata su terra in Italia. Hanno accettato la sfida piloti di altissimo livello e con veicoli completamente differenti. In poche settimane sono arrivate molte iscrizioni alla 3° Cronoscalata su Terra di Tandalò, gara atipica per lo scenario nazionale e non solo, in quanto si svolge su una salita sterrata di 5 chilometri, a circa 15 chilometri dal centro abitato di Buddusò. Al momento risultano iscritti già due campioni italiani: Ivano Nicoletta che ha vinto 4 volte il titolo nel campionato velocità fuoristrada e Natale Casalboni, che ha vinto 3 volte il campionato italiano autocross e si sta cimentando anche nel Cez con ottimi risultati. Nicoletta non ha ancora deciso con quale veicolo correrà. Avendo sempre idee bizzarre, ma decisamente efficaci, vedremo come ci stupirà nel 2018 mentre Casalboni schiererà il suo Super Buggy 4x4. Lo scorso anno Nicoletta si era presentato al via con una Fiat 500 prototipo dotata di 3 motori Yamaha R1. Altri piloti del campionato italiano velocità fuoristrada hanno accettato la sfida, così come i più forti esponenti del Campionato Kart cross Ttdk. La gara su terra è l’occasione per vedere più tipologie di veicoli sfidarsi su 5 km di salita che partono da Tandalò e raggiungono il Parco Eolico di Sa Conchedda. Per il pubblico sono previste due zone facilmente raggiungibili in auto dove è possibile assistere agevolmente alla gara. Le prove speciali saranno cinque. Il sabato mattina sono previste le prove del percorso con auto stradale e shake down con le vetture da gara. Non è più prevista la partenza in ordine di qualifica in quanto quest’anno si partirà in ordine di gruppo. Il parco assistenza è situato alla fine della salita e permette di alloggiare comodamente tutti i team. Al fianco dell’organizzazione curata da drivEvent Adventure, Tandalò Motorsport e L.r.t. Sardinia continuano a prestare aiuto le istituzioni sarde, in primis il Comune di Buddusò e la Regione, Aci Sassari e i partners come Pirelli e Ottimax. L'edizione 2018 sarà il "3° Trofeo Giuseppe Marroni" e la famiglia, come sempre in prima linea, ha già rinnovato l’invito a tutti i piloti e agli addetti ai lavori alla cena del 29 Settembre a Buddusò, da loro offerta. (s.d.)