Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Comunità montana, il nemico è la burocrazia

Sei Comuni collaudano la piattaforma “Informiddas” che snellisce le procedure dell’amministrazione

MONTI. Contro la burocrazia invadente una importante novità arriva dalla Comunità montana "Monte Acuto" (Alà dei Sardi, Berchidda, Buddusò, Monti, Oschiri e Padru) ha che appena presentato un progetto per contrastarla. Additata da sempre, non solo come uno dei peggiori nemici dei cittadini, ma anche, uno dei mali che affligge la pubblica amministrazione e soprattutto complica la vita ai cittadini.

In particolare, la Comunità montana Monte Acuto collauda un modello innovativo con la piattaforma "Informiddas". L'obiettivo, degli amministratori dell'ente, è ridurre le estenuanti code allo sportello, le attese e i tempi biblici nel dedalo dei percorsi amministrativi "Un progetto che mette al centro i servizi al cittadino. «Questa la mission - afferma Andrea Nieddu, presidente della Comunità montana. – un archivio digitale di dati territoriali urbanistici, edilizi, viari, ect, che potranno essere visionati e scaricati liberamente. Sarà disponibile - prosegue - per i cittadini, imprese, tecnici un portale con cui esaminare compiutamente gli atti o richiedere quelli di interesse, come ad esempio il certificato di destinazione urbanistica. Si potrà compilare un modulo e con un clik inviarlo direttamente all'ufficio, Oppure lo si potrà semplicemente simulare».

Un modello da esportare, è stato definito, che trasferisce al cittadino la possibilità di gestire i dati, di pianificazione e controllo del territorio in un archivio informatico riordinato e strutturato. Il lavoro è durato un paio di anni con la direzione scientifica di Giuseppe Scanu. Raccolti migliaia di dati: 5000 km di strade, di cui 500 sono quelle principali, 1200 secondarie e i restanti 3300 rurali e di penetrazione agraria. Censiti 13.879 numeri civici degli edifici. Una mole di dati e informazioni dentro una logica smart che vede la Comunità montana determinata a sconfiggere le lungaggini tanto temute dai cittadini. Per i sei comuni è ora in corso il collaudo presso gli uffici. Per i cittadini dei sei comuni del Monte Acuto la speranza di un approccio decisamente migliore con gli atti e uffici con ricadute positive. (g.m.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.