Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Berchidda e la musica, un legame indissolubile

Il sindaco Andrea Nieddu sottolinea il grande successo di Time in Jazz e del Reggae Sardinia festival

BERCHIDDA. Tra Berchidda e la musica è un connubio sempre più saldo. Il paese del vermentino e dell'olio diventa epicentro della musica con il Time in Jazz diretto da Paolo Fresu alla sua 31° edizione e poi con l'XI edizione del “Sardinia Reggae Festival”, che per il terzo anno consecutivo salda il legame con Berchidda. Due festival internazionali, due manifestazioni imponenti per parco musicisti e organizzazione. Dodici giorni no stop con flussi turistici importanti che hanno popolato Berchidda da ogni zona della Sardegna, ma anche dal resto dello stivale e da paesi europei. 50mila presenze stimate complessivamente in cui il fenomeno musicale è diventato molto di più. Turismo, enogastronomia, ambiente, tradizione e ospitalità tipiche del luogo. Il tutto segue una linea culturale intrapresa dall’amministrazione Nieddu che da tre anni fa ha investito sull'ampliamento dell'offerta culturale aggiungendo il Reggae Festival e fortificando il Jazz. «Due festival molto diversi ma accomunati dal linguaggio universale della musica – dice il sindaco Andrea Nieddu – volevamo sperimentare l'allargamento dell'offerta musicale per attrarre nuovi destinatari; i risultati sono molto positivi e per questo stiamo già lavorando per costruire qualcosa di nuovo che metta in relazione fra loro tutti gli eventi».

E così Berchidda ha respirato un mix musicale per tutto il mese di agosto, accogliendo culture e stili diversi ma unificati dalla musica e dalla consueta accoglienza. Cultura e musica al servizio del territorio, incastonate nelle meraviglie naturali del paese. “Time in Jazz” e “Sardinia Reggae Festival” come capisaldi di una precisa direzione culturale, che ha confermato Berchidda capitale della musica. «Nel paese ci sono almeno 300 persone che s'intendono di musica iniziando sempre nella banda musicale Bernardo Demuro o nella Funky Jazz Orchestra - continua il Sindaco Andrea Nieddu - questo terreno musicalmente così fertile ha favorito la crescita di nuovi talenti come Giovanni Gaias che ha esordito in Time in Jazz a soli 22 anni grazie alla regia di Paolo Fresu. Una bellissima storia che racconta un paese culturalmente molto vivace». Dall'offerta musicale, passando per le presentazioni letterarie e i tanti appuntamenti sportivi e culturali, l'amministrazione comunale rafforza sempre più il suo rapporto con le tante anime che compongono il l territorio berchiddese.