Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Luogosanto in fermento per la “festa manna”

La star sarà Giusy Ferreri. Intanto fervono i preparativi per la manifestazione religiosa. Il rito del fuoco

LUOGOSANTO. Tutto è pronto a Luogosanto, città Mariana, per la sua “festa grande”. Oltre alla parte religiosa, la star dei festeggiamenti laici sarà Giusy Ferreri, in concerto sabato. Sempre sabato, avrà luogo la processione solenne con la presenza dei sindaci, a rappresentare le comunità della Gallura, le autorità religiose, cavalieri, preceduti dai cavalieri dell’associazione “Lu ’Juali” di Luogosanto, tutti i gruppi folk della Gallura preceduti dal Gruppo Folk “Civitas Mariana”, il carro a buoi con i bambini in costume e i comunicandi della parrocchia di Luogosanto, la banda musicale “Columbano” di Calangianus, il Comitato “Fidali 1974”.

Alle 11 verrà celebrata in Basilica la Missa Manna presieduta dal vescovo Sebastiano Sanguinetti e concelebrata dal canonico don Sandro Serreri e da altri parroci della diocesi. È proprio don Serreri a richiamare il significato religioso della festa che si svolge da quasi otto secoli: «In questi giorni i galluresi tornano a Luogosanto per inginocchiarsi ai piedi della loro regina incoronata. Un bene in tempi nei quali la fede si è persa o quasi, tanto che sempre più urge una nuova evangelizzazione, se non vogliamo rischiare, fra pochi anni, di dirci scristianizzati».

Venerdì, vigilia, il raduno delle bandiere religiose della Gallura e la processione penitenziale del rito del fuoco all’imbrunire. Sabato: alle 9, processione e messa: il presidente del Comitato Fidali 1974, Gian Paolo Riccio, consegna il vessillo mariano al portabandiera dei cavalieri, che compiono tre giri (caracóli) attorno alla basilica e percorrono via San Trano fino all’ingresso del paese.

Dopo il saluto del sindaco, ha inizio la processione e alle 12.30, in piazza della Basilica, lo stesso consegna agli organizzatori e alle autorità un’opera di artigianato artistico col marchio dell’edizione della festa; assessori e consiglieri offrono dolci tradizionali e la tisana di Maria Bambina. Poi: messa (18), balli sardi (19), concerto di Giusy Ferreri (22). Le manifestazioni continuano domenica con concerto all’aperto della banda, il comico Dado e rock.