Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il sindaco di Aglientu: «Cedo la mia indennità per il medico di base»

AGLIENTU. Anche Aglientu, come molti centri sardi è alle prese con la mancanza di medici di base. Il sindaco Antonio Tirotto è pronto a mettere a disposizione la sua indennità di primo cittadino per...

AGLIENTU. Anche Aglientu, come molti centri sardi è alle prese con la mancanza di medici di base. Il sindaco Antonio Tirotto è pronto a mettere a disposizione la sua indennità di primo cittadino per il pagamento di un medico privato. Mercoledì pomeriggio, in Comune c'è stata una riunione con i pazienti momentaneamente in difficoltà. «In un nota di sollecito per la tempestiva risoluzione del problema – spiega il sindaco Tirotto – ho chiaramente scritto all'assessore regionale alla Sanità Luigi Arru e al presidente della Regione Pigliaru, che se non saranno in grado loro di risolvere il problema lo farò io: mettendo a disposizione l'indennità di sindaco per il pagamento di un medico privato che possa assistere la popolazione».

Il medico di base, che è andato in pensione, la dottoressa Tatiana Abeltino, in paese seguiva circa 400 pazienti (per lo più anziani e con gravi patologie), più altri a Bassacutena e a Nuchis. Il 6 giugno in occasione dell'incontro con il manager Fulvio Moirano a Sassari per la questione ospedale di Tempio, i sindaci di Aglientu e Tempio (in rappresentanza anche di Luogosanto) hanno sollevato la questione medici di base. Il tutto è stato rinviato alla riunione che si è tenuta alla fine del mese di luglio nella sede della Assll di Olbia grazie alla quale i sindaci hanno ottenuto la dichiarazione di emergenza e di sede disagiata dei territori di Aglientu, Bassacutena e Nuchis per la mancanza del medico di base. C’erano oltre a Tirotto, il presidente della conferenza sociosanitaria Antonio Satta, il sindaco di Luras Marisa Careddu, quello di Tempio Andrea Biancareddu e il vice sindaco di Trinità Sebastiano Addis.

Immediatamente il 9 agosto la Assll-distretto Olbia-Tempio, ha inviato alla Regione la richiesta per la nomina sostitutiva del medico. «Ad oggi ancora nulla – dice Tirotto –, anche il mio collega sindaco di Tempio si sta dando tanto da fare. Ma a oggi, ancora niente. Forse l'assessore Arru e il presidente Pigliaru hanno di meglio da fare. Ma non si può lasciare la gente senza medico di base».