Una serra di marijuana in una stanza della casa

Blitz della polizia a Telti: nei guai una giovane coppia di olbiesi che vive nel paese Lui è stato arrestato, lei denunciata. Trovate nella camera 50 piante di cannabis

TELTI. Erano da tempo vigilati speciali. Perché R.C., 38 anni, e la sua giovane convivente, avevano qualcosa da nascondere. Bisognava solo aspettare il momento giusto per agire. Gli uomini del commissariato di Olbia, dopo aver monitorato i loro movimenti, sono entrati in azione ieri mattina. A colpo sicuro.

Sono stati gli agenti di una volante a presentarsi davanti alla loro casa cje si trova all’entrata di Telti (anche se entrambi sono olbiesi) e hanno bussato alla porta. Ciò che la polizia cercava era tutto lì, in una stanza. Una camera da letto trasformata in una vera e propria serra, nella quale spiccavano una cinquantina di piante di marijuana. R.C. è stato arrestato per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La ragazza è stata invece denunciata per gli stessi reati.

I fatti. Il blitz comincia a metà mattina. I poliziotti della volante sanno già dove dirigersi e, soprattutto, sanno che la coppia in quel momento si trova in casa (lui, tra l’altro, in questo periodo è disoccupato).

Quando i due sentono suonare il campanello, non si aspettano certo la visita dei poliziotti. E si capisce dalla loro espressione appena aprono la porta d’ingresso. Ma a quel punto si rendono conto di non poter fare o dire nulla. Gli agenti entrano all’interno della casa, si guardano attorno, sempre con più attenzione. Sino ad aprire una porta, dietro la quale non c’è una normale stanza arredata. All’interno c’è una rigogliosa piantagione casalinga di marijuana: per far crescere le piante c’è la giusta temperatura e l’illuminazione artificiale è stata studiata alla perfezione. E poi: bilancini, attrezzature varie e una discreta quantità di semi di marijuana sistemati da una parte. L’arresto di R.C. (nei confronti del quale pare ci siano molti più elementi a disposizione degli investigatori rispetto alla sua ragazza) è stato immediato. A carico della giovane, invece, è scattata la denuncia a piede libero. Sia le piante che il materiale trovato sono stati sequestrati.

Se è vero che la coppia fosse già nel mirino, è anche
vero che il blitz di ieri mattina (sotto la guida del commissario Lino Collu e il coordinamento del vice questore Fernando Spinicci, che dirige il commissariato di Olbia) rientra in un’attività antidroga a 360 gradi che la polizia sta portando avanti da tempo nel territorio. (s.p.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro