Sanità, si muove il prefetto «Adesso incontrerò Arru»

Giuseppe Marani riceve i sindaci dell’Alta Gallura: «Pronto a una mediazione» Biancareddu: «Fatti concreti o ci dimetteremo». Deiana: «Sono fiducioso»

TEMPIO. Alla ricerca di una mediazione sulla sanità, i sindaci dell’Unione dei Comuni dell’alta Gallura con in testa il presidente dell’Unione, Andrea Biancareddu e il presidente dell’Anci Emiliano Deiana, sindaco di Bortigiadas, ieri a Sassari sono stati ricevuti dal prefetto Giuseppe Marani. A lui, nei giorni scorsi, era stata infatti inoltrata una richiesta urgente di incontro per esaminare i problemi legati allo smantellamento del sistema sanitario in alta Gallura e allo smembramento del Paolo Dettori. Da dove, ormai quotidianamente, viene tagliato un servizio. Prima del confronto avvenuto a porte chiuse, il prefetto ha chiesto ai sindaci di non indossare la fascia tricolore. «Non siamo qui per un teatrino - ha detto -. Ben volentieri ho accettato di incontrarvi ed esaminare con voi la questione Sanità anche se la materia non è di mia competenza». Il vertice è durato una mezzora circa. «Sicuramente - ha dichiarato all’uscita Andrea Biancareddu - il prefetto, che ci ha ricevuti immediatamente, è stato anche molto disponibile. Fra le altre cose ha dichiarato che lui si impegnerà in una attività di mediazione con l’assessore regionale che si è impegnato a convocare in questa stessa sede della prefettura dove oggi ci ha incontrati. Il prefetto, ci ha chiesto di aspettare quest’incontro prima di dare unanimemente le dimissioni. Aspetteremo dunque martedì o mercoledì prossimi questa riunione nel corso della quale chiederemo atti concreti. In caso contrario, noi sindaci siamo tutti determinati a dimetterci qualora non fosse rispettato quanto deliberato dalla giunta regionale nell’ottobre del 2017. Su questo saremo intransigenti».

Biancareddu nella sua dichiarazione, racconta anche quanto è stato illustrato al prefetto sui disagi patiti e sugli scippi inopinatamente attuati dall’Ats nei confronti dell’Alta Gallura. «Per me - dichiara Emiliano Deiana -, l’incontro di oggi è stato uno dei più difficili nella mia attività di sindaco in 14 anni. Era un appuntamento molto importante. Il prefetto, una persona assolutamente seria, tutore delle istituzioni, si è impegnato ad agevolare un dialogo
che deve esserci con l’assessorato regionale e l’Ats. Noi sindaci - dice ancora Emiliano Deiana - riteniamo che ci siano tutti i presupposti giuridici perché vengano accolte pienamente le richieste di carattere sanitario dell’intera popolazione gallurese e dei suoi amministratori».

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community