Ospedale, c’è l’accordo “Ecco i servizi da salvare”

La Prefettura ufficializza l’intesa dopo l’incontro con Arru e la invia ai sindaci “Otorino deve restare al Dettori”. Sul punto nascite si rinvia di una settimana

TEMPIO. La Prefettura di Sassari, con una nota a firma dello stesso prefetto Giuseppe Marani e del capo di gabinetto Antonietta Gregorio, ha ufficializzato l’accordo raggiunto, inviando ai sindaci il documento, (scaturito al termine di un incontro di quattro ore), contenente gli accordi raggiunti sulle problematiche collegate al Paolo Dettori e ai servizi tTerritoriali dell’alta Gallura.

Accordo. Il documento, dopo avere scritto che oltre al prefetto, al capo di gabinetto e all’assessore Arru, erano presenti i sindaci di Aggius, Aglientu, Badesi, Bortigiadas, Calangianus, Luogosanto, Luras, Santa Teresa Gallura, Tempio, Trinità d’Agultu e Vignola e Viddalba, tutti aderenti all’Unione Comuni “Alta Gallura”, passa ad elencare i punti sui quali è stato raggiunto l’accordo che l’assessore presenterà per l’approvazione agli organi competenti (giunta o Ats). Nell’ordine: “Permanenza dell’Unità Ospedaliera Complessa di Otorino presso il Dettori alla luce della recente conversione della delibera sull’assegnazione dei posti letto. Attivazione di due posti letto per la terapia semi-intensiva, per sostenere sia l’attività chirurgica che internistica. Implementazione organizzativa dell’ospedale per intensità di cura, per permettere un aumento del grado di specializzazione del Dettori per la presa in carico dei pazienti affetti da patologia cardiache e respiratorie. Rapida stabilizzazione organizzativa del nosocomio, sia per Medicina che per Chirurgia, che consenta la piena funzionalità dell’ospedale in rete con gli altri ospedali della Gallura. In particolare verrà individuato il referente, responsabile del Reparto di Chirurgia. Compatibilmente con le procedure in atto, si stabilisce che nell’assunzione del personale sanitario si darà priorità ai servizi fondamentali come ad esempio la radiologia ed altri ancora. Attivazione di un percorso integrato che preveda la funzionalità della lungodegenza e dell’hospice, che aiuterà il reparto di Medicina a svolgere una maggiore attività per le patologie acute”.

Punto Nascite. Per quanto concerne il punto nascite infine,(dove non esiste più la carenza di personale che ne aveva decretato la chiusura diversi mesi or sono ndc), le parti convengono di aggiornarsi sull’argomento entro la prossima settimana, alla luce anche delle rigorose norme nazionali che condizionano una risposta immediata. Nelle more del processo di deroga
che si auspica di ottenere, verrà garantito comunque un “percorso nascita” da svolgere interamente nell’ospedale di Tempio. Un tantino più disteso, il sindaco Biancareddu che ringrazia tutti i sindaci “per l’unità dimostrata ed il prefetto di Sassari per la grande professionalità”.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare