Crisi e separazioni, l’aiuto della Caritas

Cresce anche a Sant’Antonio il numero delle famiglie che ricevono sostegno

SANT’ANTONIO. Lavoro che manca, separazioni e crisi. Fattori che, negli ultimi anni, a Sant'Antonio di Gallura hanno visto aumentare il numero delle famiglie in difficoltà. Un numero minimo in confronto agli abitanti che non fa lanciare un allarme ma che fa riflettere. E, così, a chi è in difficoltà ci pensa la Caritas Parrocchiale di Sant'Antonio di Gallura. Si tratta di un gruppo formatosi negli anni '90 e che continua a lavorare sino ad oggi collaborando assiduamente, con il succedersi dei vari sacerdoti della Parrocchia. Il gruppo è formato da sette persone (due uomini e cinque donne) con a capo il l'attuale parroco don Marco Bilewski, in collaborazione con il diacono Domenico Ruzittu. «Il gruppo Caritas - dicono - ascolta la voce di tutti coloro che chiedono aiuto e lo fa con riservatezza e discrezione. A tale scopo, da sempre organizziamo vari eventi ed attività, come ad esempio lavorazione e la distribuzione delle palme, la pizzata per la comunità nei locali dell'Oratorio, fiere del dolce, vendita di prodotti di produzione propria e tanto altro».

Si tratta di gruppo solido e compatto che si conosce ormai da diversi anni, sempre disponibile a collaborare con le altre associazioni del paese e dei dintorni; rispondendo, a ogni singola richiesta di aiuto e partecipando anche a banchi alimentari e farmaceutiche di altri paesi. Il ricavato di tutte le manifestazioni ed eventi, comprese le donazioni private, vanno devolute in atti caritatevoli insieme alle scorte di cibo auto sovvenzionate con qualche aiuto donato dalla Caritas Diocesana di Tempio. Tra gli eventi più importanti svolti annualmente, prevale il pranzo di Natale preparato la domenica prima del santo Natale, per tutti gli over 65 della comunità di Sant'Antonio, Priatu e delle campagne. Vi è una partecipazione dell'80% degli invitati (circa 160/180 persone). A questa giornata, diverse associazioni del paese e anche molti giovani collaborano in aiuto al gruppo Caritas che riceve anche un contributo dall'amministrazione
comunale. Sono tante le associazioni che, soprattutto, nei piccoli paesi aiutano chi ha bisogno o semplicemente si mettono a disposizione degli altri per rendere la vita migliore, più bella, piena e ricca di iniziative. Queste realtà vanno raccontate sempre. (s.d.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community