Sanità, sindaci soddisfatti nuovi servizi al “Dettori”

Si amplia l’hospice e decolla la terapia semintensiva. Presto altre assunzioni L’unico nodo riguarda il punto nascite: «Non abbiamo ancora nessuna certezza»

TEMPIO. Gli impegni assunti dall’assesore Arru per l’ospedale di Tempio verranno mantenuti. Ed è per questo che i sindaci dell’alta Gallura non si dimetteranno. Tutti soddisfatti, dunque, per i risultati ottenuti. Tranne che per uno: il punto nascita. Per il quale resta l’incertezza.

La notizia è stata sintetizzata in un comunicato stampa firmato dai sindaci dell’Unione: Nicola Muzzu (Aggius), Antonio Tirotto (Aglientu), Gian Mario Mamia (Badesi), Emiliano Deiana (Bortigiadas), Fabio Albieri (Calangianus), Agostino Pirredda (Luogosanto), Marisa Careddu (Luras), Stefano Pisciottu (Santa Teresa Gallura), Andrea Biancareddu ( Tempio), Gian Piero Carta ( Trinità d’Agultu e Vignola) e Vittorio Ara (Viddalba). Nel tardo pomeriggio di ieri i sindaci hanno quindi ufficializzato “i riscontri ottenuti in materia di sanità, a seguito dell’intensa attività di mediazione e di coinvolgimento dei diversi soggetti interessati (Ras, Ats, e prefetto). Con la documentazione trasmessa dall’Ats al presidente dell’Anci Sardegna, Emiliano Deiana, si prende atto - si legge nel comunicato - dei seguenti risultati: attivazione dei due posti letto per la terapia semi intensiva; individuazione del responsabile del reparto di Chirurgia, affidata nel frattempo a Marzio Arras, nelle more della definizione delle procedure selettive relative al conferimento delle direzioni delle strutture complesse afferenti ai presidi ospedalieri unici di area omogenea relativamente al dipartimento chirurgico». Ma col documento si fa anche sapere «che l’avviso per le selezioni è stato pubblicato sul sito aziendale dell’Ats già dal 4 dicembre scorso». Poi si ricorda anche che l’Ats, a breve, nominerà la commissione per procedere, nei successivi 30/40 giorni, all’identificazione dei responsabili delle strutture complesse. «Un’altra novità di non poco conto è la notizia dell’ampliamento dell’hospice che passerà da 8 a 18 posti letto. I riscontri finora registrati - dicono ancora i sindaci - rappresentano la sintesi degli impegni che sono stati sottoscritti nell’incontro che si è svolto a Sassari il 7 dicembre scorso a cui hanno partecipato l’assessore Arru, i sindaci e il prefetto».

Le notizie appena arrivate «non rendono totalmente soddisfatti i sindaci che pur evidenziando gli ottimi risultati fin qui conseguiti, non hanno, invece avuto ieri alcuna certezza sulla riapertura del punto nascita».

E proprio sul punto nascita, stanno
circolando in città notizie preoccupanti secondo le quali il reparto potrebbe essere chiuso in modo definitivo. Per capirne di più e soprattutto per sapere se sia davvero così, ieri sera si stava già mobilitando il comitato di cittadini che ha a lungo occupato l’ospedale Paolo Dettori.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare