la polizia di alghero 

Denunciato il ladro del didgeridoo

Olbiese 36enne avrebbe rubato lo strumento a Moses Concas 

OLBIA. La pazienza del dirigente del commissariato di Alghero, Claudia Gallo, e dei suoi uomini è finita. Dopo un mese e mezzo ad aspettare che si redimesse e restituisse il maltolto, l’olbiese di 36 anni accusato di aver rubato il didgeridoo di Moses Concas (artista di Iglesias, star della musica di strada, reso celebre dal successo nel 2016 a “Italia’s got talent”) dal palco di piazza Pino Piras, sempre ad Alghero, la sera dell’8 settembre è stato denunciato in stato di libertà per furto aggravato. Si tratta di uno strumento musicale originalissimo e molto particolare, il cui valore è straordinario per l’artista sardo anche dal punto di vista affettivo. Le indagini condotte dal commissariato cittadino hanno permesso di risalire sin da subito all’identità dell’autore del furto, ma con una straordinaria partecipazione di emissari e con il ricorso ai social si è sempre sperato che la cosa potesse risolversi con la restituzione e le scuse per un gesto fatto in un serata di baldoria e di euforia. Invece niente, tanto che nonostante la denuncia e gli appelli, lo strumento non è stato ancora ritrovato. Dispiaciutissimo dopo il furto, Moses aveva spiegato sui social cosa sia davvero per lui quel pezzo di legno. «È una parte di me, scavato a mano da un artigiano indonesiano, e soprattutto il regalo della mia dolce metà per il mio trentesimo compleanno», aveva raccontato
il musicista. Mortificati e arrabbiati, erano ricorsi a facebook anche gli organizzatori e alcuni operatori culturali di Alghero: «Si tratta di un didgeridoo molto particolare sia per la forma che per l’accordatura. Non solo, c’è anche molto valore affettivo per Moses». (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare