Un esercito di candidati nei paesi della montagna

Sono in corsa in 28 tra alta Gallura e Monte Acuto. Solo Tempio ne schiera dieci a Calangianus sono in quattro, tre a Luras e Berchidda, due a Buddusò e Oschiri

TEMPIO. Il 21 gennaio sono stati presentati i nomi dei candidati alla carica di consigliere regionale per la circoscrizione Gallura che ha a disposizione 6 seggi. Chissà se qualcuno dell’Alta Gallura e del Monte Acuto riuscirà ad averne uno. In molti ci sperano. I partiti hanno corteggiato amministratori, esponenti della società civile, del mondo associazionistico. Si dovevano riempire 6 caselle per lista: 3 uomini e 3 donne. Ed è normale che chi è già impegnato in politica venga "cercato". C'è chi, invece, tra i sindaci, non è stato considerato ma avrebbe sacrificato un vitello grasso pur di ricevere la chiamata. C'è poi chi ne fa un trofeo: "Mi hanno cercato, ma non mi candido". E sono tanti i malumori interni ad alcune amministrazioni. A volte sono pubblici come quelli tra il dimissionario sindaco di Tempio, Andrea Biancareddu (candidato con l’Udc) e l’ex vice Anna Paola Aisoni (Psd’az). A volte no. Ma si sa che sono nati diverbi o spaccature (tenute nascoste) in altri Comuni perché, per esempio, un assessore appoggia un candidato e il sindaco un altro. A Tempio i candidati sono 10. Oltre a Biancareddu e Aisoni, dal cilindro delle liste spuntano: sempre con il Psd’az Alessandra Amic; a sostegno di Zedda, il docente Nicola Comerci (Sardegna in Comune), il consigliere di minoranza ed ex assessore Antonio Addis (Futuro in Comune), l’ingegnere Paolo Sanna (indipendente ma col Pd), Domenico Granito (Cristiano Popolari Socialisti); Alessio Pasella coordinatore regionale Movimento Sardo Pro territorio (Sardegna20venti) e Marina Musselli (Energie per l’Italia) con Solinas; con Lecis, l'ex assessore Nicola Luciano (Sinistra Sarda).

Tre i luresi: Giacomina Satta (Sardegna in Comune) e Lino Carta (Leu) con Zedda; e la consigliera di maggioranza Giacomina Scano (Riformatori) per Solinas. A Calangianus sono tre donne e un uomo: l’allevatrice Daria Inziana (Lega), l’assessore ai servizi sociali Anna Lina Nicolli (Uds) e l’avvocato Alberto Piccinnu (Fratelli d’Italia) per Solinas. Mentre la docente Simonetta Melis correrà per Zedda nella lista Sardegna in Comune.

Da Trinità, la Lega punta sul pescatore Mauro Morlè. A Buddusò sarà sfida all’ultimo voto tra il sindaco Giovanni Antonio Satta (Riformatori) e l’ex e consigliere regionale uscente Antonio Satta (Psd’az). A Berchidda, con Solinas ci sono la consigliera di maggioranza Paola Tirria (Riformatori), l’imprenditore Sebastiano Colla (Uds); per Zedda, il sindacalista Paolo Serra (Campo Progressista). A Sant’Antonio, riflettori puntati su Maria Paola Mariotti (Pd), ex vicesindaco. Altre due donne sperano a Oschiri, Anna Maria Langiu, candidata con i 5 Stelle
per Desogus presidente; e Piera Coccu (Partito dei Sardi-Maninchedda). A Badesi è scesa in campo la giovane Anna Maria Maddalena Stangoni per Sardegna Civica con Solinas. Ad Aglientu, il capogruppo di maggioranza, Domenico Casula è candidato con Autodeterminazione-Murgia presidente.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli