Donna grave per infezione escluso il meningococco

Sessantaduenne di Aggius in ospedale da lunedì per una sospetta meningite Domani i risultati degli ulteriori esami, la paziente è stata trasferita a Sassari

TEMPIO. A distanza di non molto tempo da precedenti casi di meningite, in alta Gallura si ripresenta ancora il sospetto di questa terribile malattia. Nel tardo pomeriggio di lunedì, una donna 62enne di Aggius è stata prima ricoverata al pronto soccorso del Paolo Dettori di Tempio e poi immediatamente trasferita all’ospedale civile Santissima Annunziata di Sassari, dove è stato attivato il severo protocollo previsto in queste situazioni.

La donna nella giornata di ieri, viste le sue condizioni sempre più critiche, è stata sottoposta ad un drenaggio al cervello che ha dato purtroppo esiti non confortanti. L’intervento eseguito dall’equipe sanitaria dell’ospedale, infatti, ha rivelato che dalla parte drenata esce una grande quantità di sostanza purulenta. Nel tardo pomeriggio, stando alle frammentarie notizie che trapelano, gli esami delle colture non erano ancora riuscite ad individuare il ceppo dell’infezione. Le sue condizioni comunque erano gravissime.

Per il momento, si sa con certezza che non si tratta di una sepsi meningococica da meningococco di tipo B che produce uno shock settico e che solitamente non lascia scampo al paziente colpito. Una patologia che purtroppo in questi ultimissimi anni è comparsa più volte in Gallura con esiti letali.

Senza comunque attendere i risultati definitivi delle analisi, al Paolo Dettori di Tempio, subito dopo che la donna è stata trasferita a Sassari, a titolo precauzionale sono state attivate e messe in essere immediatamente tutte le procedure per la profilassi non solo di medici e infermieri che erano venuti a contatto con la paziente, ma anche dell’altro personale e dei numerosi utenti che come sempre affollano la sala di attesa del pronto soccorso. Sottoposti alla profilassi antibiotica anche quanti, in qualche modo, erano venuti a contatto con la donna prima del ricovero: familiari, amici e soccorritori.

Igienizzati, sempre come da protocollo, anche tutti i locali dove la donna è transitata e le ambulanze usate nei vari spostamenti,
sia quella che l’ha soccorsa nel primo intervento, sia quella che l’ha trasportata a Sassari. Nel territorio della Gallura lo spettro della meningite si ripresenta quasi ciclicamente con esiti letali ed i casi, anche fra persone giovani, sono diventati purtroppo molto frequenti.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli