Entra nel vivo il progetto d’inclusione per i disabili

Aziende private, coop ed enti pubblici possono presentare le domande al Plus  Il piano punta ad avviare al lavoro soggetti deboli con percorsi di inserimento

TEMPIO. Entra nel vivo a Tempio (comune capofila dell’Ambito Territoriale Plus) e nei comuni di Aggius, Aglientu, Badesi, Bortigiadas, Calangianus, Luogosanto, Luras e Trinità, il progetto “Includis” che si propone di reperire aziende, imprese, operatori economici, cooperative, ed enti pubblici, interessati all’inclusione socio-lavorativa di persone con disabilità.

Come funziona. I soggetti pubblici o privati che intendono partecipare all’iniziativa possono presentare le domande in Comune dopo averla compilata su un’apposita modulistica reperibile negli uffici.

Il progetto. Includis prevede la realizzazione di percorsi di inserimento sociale per persone con disabilità, disturbo mentale o dello spettro autistico in carico ai Dipartimenti di Salute Mentale.

A chi è rivolto. I soggetti, residenti nel territorio del Plus distretto di Tempio, saranno individuati di concerto con i servizi socio sanitari, sulla base di una accurata e documentata analisi e di una effettiva necessità dell’aiuto.

«Le manifestazioni di interesse pervenute – scrive in un comunicato il Comune capofila – verranno valutate e selezionate in base ai requisiti previsti dal presente bando». «Tuttavia – specifica ancora la nota – il possesso dei requisiti non costituisce diritto per il soggetto ospitante, all’assegnazione di un destinatario. Qualora il numero delle manifestazioni di interesse presentate, risultino inferiori al numero di inserimenti previsti o se, l’esito delle singole valutazioni comparate tra domanda e offerta, risultasse non rispondente alle aspettative, attitudine, vocazione e interessi dei beneficiari, il Plus si riserva di individuare altre soluzioni adeguate al raggiungimento degli obiettivi posti dal progetto. L’avviso, infatti è da intendersi finalizzato esclusivamente alla ricezione di proposte, in modo da favorire la partecipazione e la consultazione del maggior numero di soggetti interessati. In nessun modo è vincolante per l’amministrazione».Una volta acquisite le manifestazioni di interesse, il Plus si riserva di utilizzare le stesse per altri progetti similari.

I contatti. Chiunque abbia necessità di reperire maggiori informazioni sui progetti o sulle modalità di presentazione
delle domande può contattare l’ufficio di piano del Plus, distretto di Tempio, nella persona dell’assistente sociale Graziella Frau, che risponde al seguente numero di telefono: 079.679983. Mentre il coordinatore dell’ufficio di piano è la funzionaria Piera Lucia Sotgiu.



TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli