festa di san simplicio 

Il Tar dà ragione ai giostrai il Comune riduce la cauzione

OLBIA. I giostrai vincono la loro battaglia. In nome di San Simplicio. E della giustizia amministrativa. Il Tar ha imposto al Comune di ridurre la cauzione da versare per l’occupazione degli spazi...

OLBIA. I giostrai vincono la loro battaglia. In nome di San Simplicio. E della giustizia amministrativa. Il Tar ha imposto al Comune di ridurre la cauzione da versare per l’occupazione degli spazi pubblici in occasione della festa del patrono. In Consiglio comunale arrivano le modifiche al regolamento varato alla fine del 2017 ed entrato in vigore lo scorso anno. La più importante riguarda il taglio della fideiussione. Fino al 2017 i titolari dei luna park dovevano versare 5mila euro al Comune come garanzia di eventuali danni causati al parco Fausto Noce. Versamento lievitato a 100mila nel 2018. Un aumento che la maggioranza aveva difeso con determinazione. Aveva infatti ricordato che in passato c’erano stati danni pesanti al parco e che il Comune non poteva permettersi di spendere somme così elevate per rimettere a nuovo l’area. La Coalizione civica aveva contestato
i 100mila euro di cauzione. L’associazione che tutela i giostrai aveva presentato ricorso al Tar. «Diamo seguito a quanto ha stabilito il giudice – afferma il sindaco Settimo Nizzi –. La cauzione fideiussoria deve essere meno onerosa. Rispettiamo la legge e ci adeguiamo». (se.lu.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller