Le bontà locali alla fiera di Amsterdam

Bellezza e sapori nella formula acchiappaturisti pensata dall’amministrazione

OLBIA. La seconda edizione della fiera “Little Italy taste & travel” di Amsterdam, si è conclusa con numeri positivi. Centinaia di espositori e 7mila presenze. Alla vetrina ha partecipato anche Olbia. «Abbiamo dato un assaggio di Sardegna in tutti i sensi» dice l’assessore comunale al Turismo Marco Balata.

Il cosmopolitismo dei Paesi Bassi è noto sin dai tempi del “Gouden eeuw”, il secolo d'oro degli olandesi in Europa, tra Seicento e Settecento. Dall’anno scorso è nata una fiera incentrata sul turismo enogastronomico che mette davanti agli occhi del grande pubblico della capitale olandese i sapori italiani. Attraverso varie postazioni, ospitate all’interno della grande struttura del Westergasfabriek, a pochi passi dal centro di Amsterdam, erano presenti tutte le regioni d’Italia.

Olbia era presente con uno stand diviso in due parti: una dedicata alla promozione del territorio con i rappresentati dell'ufficio turistico, l’altra con l’esposizione di prodotti enogastronomici allestita da Mirtò, capitanato da Nicola Mancini, oltre a un sommelier del consorzio del vermentino. In esposizione anche alcuni gioielli della tradizione sarda. «Torniamo con risultati molto interessanti – dichiara l’assessore Balata –, frutto del gran lavoro di promozione della nostra municipalizzata Aspo, capace di costruire non solo un messaggio forte, ma un allestimento capace di attirare numerosi visitatori».

Little Italy taste & travel è stata un’ottima vetrina per Olbia. «Abbiamo raccontato gli eventi dell’ultima stagione e grazie al supporto di Mirtò, abbiamo permesso un'esperienza enogastronomica con i nostri prodotti locali – continua Balata –. Questa ricetta ha permesso di raccogliere non solo interesse, ma una vera e propria conversione anche in virtù delle nuove rotte studiate da Geasar che consentono attività di incoming dirette». Per Balata la squadra olbiese si è mossa bene e in modo corale. «Il successo di un'iniziativa non è mai frutto di una sola
attività, ma di un'azione organica di fattori integrati. Non ultimo il prezioso contributo di Laura Rodio, olbiese, nel reparto marketing e sales della Dvs media, organizzatrice della fiera, che conoscendo il nostro potenziale ha voluto la nostra presenza ad Amsterdam». (p.a.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community