Non solo turismo, la Regione: avanti con i patti territoriali

Monti, l’assessore Raffaele Paci incontra gli amministratori  «Non ci può essere sviluppo se non si creano posti di lavoro»

MONTI. «Non c’è sviluppo se non si creano posti di lavoro». Così Raffaele Paci, vice presidente della Regione, assessore della Programmazione, bilancio e assetto del territorio, nel corso del workshop svolto nei giorni scorsi nella sede della Comunità montana, a Monti, riguardante il progetto di sviluppo territoriale “Monte Acuto - Riviera di Gallura”. «Abbiamo lavorato molto bene con i due enti – dice ancora l’assessore Paci – ei risultati sono milioni di euro sul territorio».

Soddisfatto anche da Andrea Nieddu, referente del progetto di sviluppo e presidente della Comunità montana Monte Acuto, che nel corso della presentazione del bando territoriale, per il turismo, la ricettività e le produzioni tipiche; che ha affermato: «Aprire alle imprese è stata una scelta strategica per creare opportunità di crescita e sviluppo. Destinare due milioni e mezzo di euro al turismo e agro-alimentare di qualità è un provvedimento concreto e preciso, con risorse in parte destinate alle nuove imprese e a quelle esistenti che operano nei settori del turismo e altre rtisorse destinate alle nuove imprese e a quelle esistenti che operano nel settore delle produzioni tipiche, è stato positivo».

Il bando ha coinvolto tanti imprenditori dei territori interessati: affollatissima la sala della Comunità montana di Monti che ha stento li ha contenuti tutti. Dopo i saluti dei sindaci di Monti Emanuele Mutzu, Francesco Lai di Loiri Porto San Paolo e del presidente dell’Unione dei Comuni Riviera di Gallura, hanno introdotti i lavori: Gian Luca Cadeddu, direttore generale del Centro regionale programmazione e Antonella Viglietti della Camera di commercio Sassari che hanno illustrato le linee di finanziamento. «Vedere tanta partecipazione è stato il segno di scelte corrette e necessarie per l’economia locale. Attività manifatturiere, servizi di alloggio e ristorazione, diversificazione delle imprese agricole per creare ricettività e promuovere nuove forme di turismo rurale, servizi di supporto al settore della nautica saranno destinati delle nuove risorse – ha concluso Andrea Nieddu – dopo un percorso che in questi tre anni ha visto al centro le amministrazione locali, il mondo del lavoro che produce, crea posti di lavoro e la Regione confrontarsi sui temi concreti in uno spirito di leale collaborazione».

Per rendere il bando più accessibile la Camera di commercio ha attivato uno sportello per le imprese dei due territori interessati. Il servizio di consulenza funzionerà fino all’8 marzo, il lunedì e venerdì dalle 10 alle 13 nella sede della Comunità montana Monte Acuto, in via Morighessa 2 a Monti; mercoledì alle stesse ore nella sede del Comune di Loiri Porto San Paolo (ufficio Informagiovani) in via Dante 28 a Loiri. Le nuove imprese e quelle già esistenti con sede nei comuni di Alà dei Sardi, Berchidda, Buddusò, Monti, Oschiri, Padru Budoni, Golfo
Aranci, Loiri Porto San Paolo e San Teodoro potranno beneficiare, con appuntamento, di un incontro con gli esperti messi a disposizione dalla Camera di commercio con lo scopo di offrire un supporto informativo a quelle che intendono presentare domanda.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller