Supermarket a Olbia, la sfida di Eurospin

Maxi cantiere con 160 operai per un nuovo punto vendita di 2500 metri quadrati. Apertura a marzo

OLBIA. La battaglia tra i colossi della grande distribuzione vede ancora una volta Olbia come territorio eletto, centro nevralgico del commercio nel nord Sardegna. Il settore alimentare è quello che registra la più spiccata attitudine all’investimento, con una serie di nuove aperture, o espansione di quelle esistenti. L’ultimo investimento in ordine di tempo è dell’Eurospin, azienda italiana della grande distribuzione di alimentari e generi di largo consumo del canale discount.

Eurospin a Olbia è presente con due grandi strutture: la base commerciale nella zona industriale e il punto vendita a due passi dall’aeroporto. A novembre sono iniziati i lavori per il nuovo punto vendita sulla sopraelevata in direzione Golfo Aranci, che andrà a sostituire quello che si trova a pochi metri di distanza, che sarà riconvertito a magazzino. Il nuovo centro vendita sarà di circa 2500 metri quadrati, quasi 500 metri quadrati più grande del precedente. È stato già costruito lo scheletro di cemento armato e la copertura. Nei prossimi giorni è previsto l’arrivo delle ditte che si occuperanno dei lavori interni: a regime saranno circa 160 gli operai impiegati, con l’apertura che dovrebbe essere prevista per fine marzo. Sorgerà così un grande polo commerciale targato Eurospin, che comprende l’enorme struttura dedicata alla logistica e il nuovo deposito delle merci.

Olbia resta la città dei tre centri commerciali e del nuovo polo direzionale commerciale in zona aeroporto. Lì la sfida è ancora tra colossi della grande distribuzione come Conad, Auchan e Lidl. Senza dimenticare le forze storiche e locali, come i Dettori Market e il Romagnolo, i primi della famiglia Dettori e il secondo passato sotto il controllo del gruppo Nonna Isa. Queste ultime mantengono ancora una prevalenza con forte connotazione sui negozi di prossimità, puntando su accordi commerciali con il gruppo Crai Sardegna, che rifornisce i supermercati ma mantiene la leadership sulle vendite all’ingrosso con il Centro cash del Pozzo Sacro, proprio sulla strada per Pittulongu. Ma se Eurospin conserva il suo posizionamento localizzato su aree periferiche, il nuovo grande player commerciale che si è affacciato con prepotenza in città si chiama Lidl Italia, che starebbe per concludere l’acquisizione dell’area che si affaccia su viale Aldo Moro e che ospitava la concessionaria automobilistica Automax. La catena di hard discount è l’ultima arrivata sulla scena olbiese, ma è già pronta al raddoppio dopo il successo della struttura inaugurata lo scorso 9 agosto nel centro direzionale commerciale vicino all’aeroporto Costa Smeralda. La trattativa per l’acquisizione di un’area considerata strategica, come quella di viale Aldo Moro, vede come controparte i curatori fallimentari dopo che nel maggio 2015 il tribunale di Tempio aveva dichiarato fallita la società Automax di Putzu e C. di Olbia. La possibile nuova apertura di Lidl, con una struttura di media grandezza, andrebbe ad aprire una nuova fase nel mercato olbiese. I grandi marchi della distribuzione nel settore alimentare hanno
sempre aperto in zone periferiche della città, mentre la struttura di viale Aldo Moro potrebbe dare avvio ad una battaglia commerciale con due marchi storici: i supermercati Dettori e Romagnolo, che nella stessa zona dispongono di vari punti vendita.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community