Un aiuto alla causa femminile

Golfo Aranci. Comune, Lega Navale e Proloco consegnano duemila euro all’associazione Soroptimist

GOLFO ARANCI. La prima panchina arancione della Sardegna, simbolo di un posto occupato da una donna che ha subito violenza, era stata inaugurata proprio a Golfo Aranci. Un’iniziativa firmata dal club gallurese di Soroptimist e subito sostenuta dall’amministrazione. Quel momento è stato l’inizio di un cammino che il Comune ha deciso di percorrere per dare riconoscenza a Soroptimist. E così, ieri mattina, il sindaco Giuseppe Fasolino (insieme con alcuni dei suoi assessori) ha consegnato a Maria Grazia Molinas, presidente dell’associazione composta da donne con elevata qualificazione professionale, un assegno da 2mila euro. Ma per arrivare a raggiungere questo traguardo, sono stati determinanti la Pro Loco di Golfo Aranci guidata da Graziella Varchetta e la Lega Navale di Olbia e Golfo Aranci che, lo scorso dicembre, hanno organizzato la remata di Natale con un duplice obiettivo: «Da una parte contribuire all’acquisto di attrezzature per la spiaggia da destinare ai disabili - ha sottolineato Paolo Madeddu, assessore alle Attività Produttive -, dall’altra sostenere l’importante missione di Soroptimist Gallura».

«Per noi - ha detto il sindaco Fasolino – è fondamentale dare risalto alle associazioni che si impegnano costantemente nel territorio e in questo caso diamo merito a un gruppo di donne che stanno portando avanti iniziative importanti a sostegno di altre donne che sono state vittime di violenza».

«Questo contributo ci consentirà di mettere in cantiere nuovi progetti e ringraziamo di cuore il Comune di Golfo Aranci e tutti coloro che si sono mobilitati per la nostra causa - ha dichiarato Maria Grazia Molinas, presidente di Soroptimist Gallura -. Oltre a inaugurare tante panchine arancioni nell’isola, la prima delle quali appunto proprio qui a Golfo Aranci, lo scorso dicembre abbiamo inaugurato nel reparto territoriale dei carabinieri di Olbia la “Stanza tutta per sé”, con lo scopo di favorire la denuncia da parte di donne che hanno subito violenze, abusi, maltrattamenti. Nello stesso tempo siamo impegnate nella sensibilizzazione e nell’informazione all’interno delle scuole. Noi facciamo la nostra parte, insomma, ma vorremmo che si intensificasse ulteriormente un lavoro in rete che continui a mettere in primo piano i centri antiviolenza e, quindi, le forze dell’ordine, la Assl, la Procura».

Alla fine dell’incontro che si è svolto nell’aula consiliare del municipio, il sindaco Fasolino ha parlato ancora dell’impegno dell’amministrazione a favore dei disabili soprattutto per eliminare le barriere architettoniche in tutte le spiagge di Golfo Aranci e per attrezzarle con le sedie job: carrozzine che consentono ai portatori di handicap di poter entrare in acqua in assoluta sicurezza.

«In questo
caso - ha chiuso Fasolino - il nostro obiettivo è quello di riuscire a ottenere la Bandiera Lilla». Si tratta di un progetto nato nel 2012 per favorire il turismo disabile, premiando e supportando i Comuni italiani che si dimostrano particolarmente attenti e sensibili. (s.p.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community